giovedì 25 ottobre 2012

SCRIVERE DI POESIA

Ho finito di assaporare i versi del nuovo libro di Sara Rodolao:
”Orizzonti infiniti già varcati”-

Lei della poesia dà una definizione molto suggestiva:
"Le poesie sono farfalle
Con grandi ali fatte di parole:
Volteggiano sui fiori della mente
Suggendo dalle corolle l'anima del Poeta”

Ma per me non è facile scrivere di poesia.
Perchè la poesia ti può piacere,ti può colpire la profondità dei concetti espressi o accennati,ma è fatta di vento,di impressioni,di fugaci vampate di passione o di malinconie che velano lo sguardo per un attimo per poi sparire,
è una pennellata di colore sul bianco e nero del quotidiano,
è graffito che scava nei sentimenti
E come puoi capire da dove nascono le parole che traducono tutto questo?
Mi limito a leggerla,la poesia,cerco il ritmo delle parole,cerco i rumori della risacca,quando leggo di mare,e la salsedine che brucia la pelle,
cerco di immaginare i sentieri strani e difficili,per me,che le idee,le impressioni i sentimenti percorrono per farsi parola,rivoli,ruscelli ora tranquilli ora impetuosi in cerca di un sereno approdo.
E se leggendo riesco ad emozionarmi, a riflettere, a riconciliarmi con me stessa,allora penso che è poesia.

La poesia di Sara mi dà queste sensazioni,dai versi più 'intimisti' e personali,
a quelli dedicati al ricordo della sua terra madre,ai borghi,tanti,della sua terra di adozione.
So che le mie parole nulla aggiungono alla sua bravura.
I molti ed importanti riconoscimenti per le sue opere precedenti,romanzi e poesie sono già garanzia di successo anche per questa sua nuova creatura ,
la mia è una semplice testimonianza di stima ed affetto per una cara amica,oltre che brava scrittrice.

Sara Rodolao:"Orizzonti infiniti già varcati"


martedì 9 ottobre 2012

LO DICO CON I FIORI....

Sono assente dal blog da qualche tempo e per adesso non trovo più parole,da scrivere.
Meglio,credo che molte parole ,alla prova dei fatti abbiano cambiato significato,o semplicemente la mia superficialità non mi aveva fatto cogliere il giusto senso.
Ma ci sono,ancora,e per lasciare un saluto,lo faccio con qualche fiore,fresco...quasi di giornata.



semplicemente gigli


quasi un'orchidea


non chiedono che di esistere,anche se per qualche giorno solamente


Ieri non c'era e il nuovo giorno la troverà già..vecchia