sabato 3 settembre 2016

PICCOLI NUMERI E GRANDI UOMINI:LA SICILIA DELLE STRAGI


In Sicilia viviamo frequenti ricorrenze luttuose perché molti morti e molte tragedie hanno segnato il cammino verso un normale processo di crescita civile,culturale ed economica. Morti di uomini che hanno tentato un possibile riscatto.
Ne ricordo due,legati da piccoli numeri,ma carichi di emozioni e significato.

100 PASSI,nel caso di Peppino Impastato -tanti pochi passi per dividere la legalità dalla mafia,la vita dalla morte, il bisogno di riscatto dalla barbarie e dal sopruso di quanti non accettano che qualcosa cambi,che i cittadini onesti possano rialzare la testa.

100 GIORNI quelli vissuti dal Generale Dalla Chiesa,a Palermo,prima che tutto si concludesse tragicamente in  via Carini.
L'insediamento del Generale Dalla Chiesa era stato salutato da molti come un momento di svolta nella tormentata vita della città capoluogo,e di tutta la Sicilia. Ma già dubbi ed incertezze erano nell'aria,per le modalità della nomina,per le poche forze messe in campo a sostegno di questa nomina e del lavoro che si sarebbe dovuto fare.
Da solo e “a mani nude”per affrontare la piovra mafiosa che tutto avvolgeva,in città ed in periferia,nei Palazzi e nei salotti buoni,come nei piccoli centri e nelle campagne,tutto stringeva in un abbraccio mortale capace di stritolare nelle sue spire,attività economiche commerciali,agricole,lavori pubblici,attività politiche e stampa ,se elementi di contrasto agli interessi mafiosi.
foto dal webb
L'arrivo di questo  Generale dei Carabinieri,dirompente per metodi e idee,avrebbe dato fastidio anche in certi ambienti politici,abituati da anni a convivere con situazioni di complicità e vicinanza di personaggi poco raccomandabili,e prendere decisioni di dubbia regolarità,al limite,se non palesemente in contrasto della legalità.
Potrebbe essere anche questo il motivo che ha permesso un così breve periodo di lavoro,CENTO GIORNI,appunto.
Un uomo solo,per un'impresa titanica
Non sapremo mai se ci sarebbe riuscito,quali risultati avrebbe ottenuto,con quali metodi,quali strategie,quanti politici,quanti delinquenti mafiosi sarebbero rimasti sul campo.
Non sapremo mai.

foto dal webb
Una,o più mani  armate,hanno messo fine a un progetto ma anche a due vite,unite per sempre nell'impegno civile e nell'amore. Caduto con loro anche un carabiniere, al servizio dello stato e della comunità.