giovedì 12 giugno 2014

SIRACUSA ,A TEATRO C'E PURE LA LUNA...


Quante volte la luna avrà assistito, in questo teatro vecchio di millenni,alla rappresentazione delle umane vicende,tragedie e commedie,come si addice ai fatti della vita.
Quante volte avrà creato giochi di luci ed ombre fra queste pietre.
C'e anche questa sera,spettatrice muta e lontana,ad illuminare la scena,quando le prime ombre della notte incombono sugli spettatori attenti e rapiti, mentre gli ultimi ricordi del giorno si ritirano dietro le quinte degli alberi.
Una Clitennestra falsamente innamorata,ipocritamente felice mentre si appresta ad accogliere il marito-eroe Agamennone, quasi tenera quando ricorda il sacrificio della figlia,ruba subito la scena agli argivi ed ai corifei.
La veggente Cassandra ,bottino di guerra, può solo predire,non ascoltata la tragedia immanente.
Sulla scena incombono maestose e solenni,le porte del palazzo,al di la delle quali tutto si compie,tutto si consuma.
Una serata da archiviare fra i bei ricordi,perchè ogni volta è una emozione nuova,diversa,irripetibile.
E questa luna,sempre più vicina ,mentre lo spettacolo volgeva al termine,regala una emozione in più....
Alcune foto quasi rubate alla scena.La qualità non è eccezionale,ma non ho potuto fare di meglio.



Clitennestra si prepara,da regina,ad accogliere il marito-eroe,con i dovuti onori




Agamennone si avvia al palazzo,su ricchi tappeti di porpora



Cassandra sa che anche a lei toccherà a breve la morte...



Ha le mani e le vesti sporche di sangue: Clitennestra ha consumato la sua vendetta.
I corpi esanimi di Agamennone e Cassandra sono per terra ai suoi lati.



La luna assiste alla conclusione della tragedia.

35 commenti:

il monticiano ha detto...

Ed io, leggendo questo tuo post, ero lì con te ad assistere allo spettacolo.
Grazie Chicchina.
Un caro saluto,
aldo.

strega bugiarda ha detto...

Ho saputo da amici che erano li, della meravigliosa serata.
Le foto sono più che belle perchè trasmettono l'atmosfera che mi è stata descritta a voce.
un abbraccio

MikiMoz ha detto...

Bellissimo e suggestivo, non c'è che dire.

Moz-

Costantino ha detto...

Ritorno per un attimo ai tempi del Liceo, e per un altro attimo in Sicilia.
E la differenza la fa proprio "quella" luna.

Giò ha detto...

Queste immagini mi creano nostalgie furibonde dal mio esilio forzato! E la luna poi, com'è la luna di Sicilia...

Nella Crosiglia ha detto...

La bellezza della natura unita alla bellezza dell'arte ..
Non sempre accade , ma spesso la vita è magia!
Bacio amica mia!

chicchina ha detto...

Aldo ho sentito la tua presenza:so che ti sarebbe piaciuto.Ti auguro un buon fine settimana,ma anche un buon inizio per la prossima...
Ciao

chicchina ha detto...

Fa piacere che le foto abbiano reso l'idea:peccato che questa volta non ci si sia potuti organizzare, insieme.Proveremo per il prossimo anno..
Un abbraccio,Gingi e..serenità.A presto

chicchina ha detto...

Tutto bello,davvero..ciao Moz

chicchina ha detto...

La Sicilia ti aspetta,sempre,ed anche la luna si mostrerà disponibile...
Ciao Costantino.

chicchina ha detto...

Giò,capisco le nostalgie,perdiamo sempre qualcosa quando dobbiamo cercare altro,lavoro per primo.Però anche dal forzato esilio qualche fuga..ogni tanto,che ne dici?

chicchina ha detto...

Vero,Nella,la magia dei luoghi,certe
combinazioni di arte bellezza sogno,ci allontanano per qualche momento dalla quotidianità,prosaica e monotona.Un abbraccio anche a te.

Tiziano ha detto...

Non ho avuto il piacere di assistere dal vivo queste opere ma penso sia un'emozione unica.
Ciao Chicchina buona domenica

Tiziano

Sciarada ha detto...

Il teatro all'aperto, sotto il cielo e le stelle, con la lieve brezza che ti accarezza la pelle dopo una calda giornata e il respiro pieno e profondo che aspira il profumo della notte, è sensazionale! Un'esperienza che ti fa sentire parte dell'universo!
Buona domenica Chicchina e un bacio!

UIFPW08 ha detto...

Bel reportage, complimenti
Maurizio

viola ha detto...

Ciao. Ti ho scoperta or ora.
Hai vissuto veramente un momento magico, e la luna ci ha messo del suo!!

viola ha detto...

Hai vissuto veramente una bella serata.
Uno di quei momenti rari e perfetti che bisogna saper riconoscere.

viola ha detto...

Hai vissuto veramente una bella serata.
Uno di quei momenti rari e perfetti che bisogna saper riconoscere.

chicchina ha detto...

Ciao Tiziano,ogni tanto c'è bisogno di emozioni forti.Ciao e grazie per la presenza.

chicchina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
chicchina ha detto...

Sciarada, emozionano anche le tue parole.E' vero,mi sento piccola piccola quando quello che ho intorno è bellezza, emozione,racchiusa fra cielo e terra..
un abbraccio e una felice settimana-

chicchina ha detto...

Maurizio,faccio del mio meglio per fermare attimi da custodire.Ciao

Paolo esse ha detto...

Certi pietre assistono a questi spettacoli da millenni, noi purtroppo possiamo goderne solo pochi scampoli. Ma forse questi momenti sono così intensi da essere ricordati per tutta la vita.
Felice serata
Paolo

chicchina ha detto...

Ciao Viola ,e benvenuta.Si,è stata una bella emozione:un appuntamento che si rinnova ogni anno.
Passerò a conoscerti anch'io e spero di trovarti ancora,qui,se ti fa piacere.

chicchina ha detto...

Buona serata anche a te,Paolo.Le pietre resistono al tempo,è vero,noi ci accontentiamo di poterle ..calpestare. illudendoci di un attimo di eternità.
Passerò a trovarti per il piacere di conoscerti,attraverso il tuo blog.A presto.

riccardo ha detto...

Purtroppo, cara amica, non sono ancora stato né a Siracusa né in altre città o località della Sicilia... mannaggia!
Comunque lo "scenario" deve essere stato davvero straordinario...
Del resto, come sappiamo, civiltà greca e Sicilia sono sempre andate a braccetto... fin dai tempi della Magna Grecia.
Ah, voi leghisti e lei, signora Merkel: ma perché non vi mettete a studiare?
Inoltre nella tragedia greca c'è tutto: amore, morte, eroismo, malinconia, fatalismo...
E quando tutto questo va in scena sotto la luna, forse le "pietre" riprendono a vivere.
Dico bene?
Un caro saluto!

Baol ha detto...

Ho visto quel teatro, di giorno, e l'ho immaginato nel pieno di una rappresentazione, sotto la luna: doveva essere bellissimo

chicchina ha detto...

Riccardo,almeno per empatia fra ..isolani,dovresti concederci e concederti una visita anche breve.Posso propormi come guida,non autorizzata e ovviamente in nero.
Quanto ai Nibelunghi,un po di storia non farebbe male,ma anche a noi un po di rispetto per quello che abbiamo, e dovremmo custodire,non guasterebbe.
Resta il piacere di aver vissuto un momento speciale,dici benissimo.Ciao,Ric.

chicchina ha detto...

Baol,averlo visto,anche di giorno e vuoto,aiuta l'immaginazione.E la luna accompagna quasi ogni sera,per il mese di rappresentazioni.Si alternano quest'anno,Eschilo e Aristofane.
Ciao,e grazie per il commento.

Gianna Ferri ha detto...

Arte e natura, connubio irresistibile...

chicchina ha detto...

Verissimo, Gianna.Un abbraccio e a presto,un po che non passo a trovarti.

viola ha detto...

Ciao, volevo diventare una tua follower, ma non ho visto dove cliccare!!!

rosy ha detto...

Cara Chicchina, postare tanta bellezza aiuta lo spirito e anche l'immaginazione per quelli come me che non possono assistere a tanta bellezza.
Abbraccio e buona domenica ciao!

chicchina ha detto...

Viola,sono spariti..cercherò di reinserirli,e spero di riuscire.Ti ringrazio,comunque.A presto.

chicchina ha detto...

Rosy,non sempre riusciamo a vedere ciò che vorremmo,per fortuna la rete aiuta e qualche piccola curiosità,qualche viaggio con la fantasia possiamo ancora permettercelo.
Un abbraccio e grazie per tutte le volte che cerchiamo di comunicare.