mercoledì 31 dicembre 2008

PER UN ANNO NUOVO DIVERSO E SCINTILLANTE

Faccio miei i versi di Gianni Rodari
per augurare a tutti voi di ritrovare
nel nuovo anno che sta per arrivare
la gioia delle cose semplici,dell'amicizia,
della riscoperta e dello stupore,
del calore umano e dell'Amore.


Filastrocca di capodanno:
fammi gli auguri per tutto l'anno:
voglio un gennaio col sole d'aprile,
un luglio fresco, un marzo gentile;
voglio un giorno senza sera
voglio un mare senza bufera;
voglio un pane sempre fresco,
sul cipresso il fiore del pesco;
che siano amici il gatto e il cane,
che diano latte le fontane.
Se voglio troppo, non darmi niente,
dammi una faccia allegra solamente.

mercoledì 24 dicembre 2008

FELICE NATALE

Che fatica ,ragazzi,ho fatto una corsa di parecchi kilometri sperando di arrivare in tempo anche per fare gli auguri ai pochi amici che passano a trovarmi.
Ci sono riuscita,perchè non è ancora mezzanotte.
Con più tempo leggerò e risponderò ai vari messaggi,ma per ora voglio ricordarvi tutti,tutti voi che anche una volta siete passati ed avete lasciato un commento,un saluto,su questo spazio per me vitale.
Che per tutti voi ci sia un Natale sereno,di pace,assieme alle persone che vi stanno più a cuore e che almeno qualche desiderio si possa realizzare in questa notte magica.
CHICCHINA

mercoledì 26 novembre 2008

I RICORDI

I ricordi sono come le ciliegie,uno tira l'altro.Nel blog di un'amica ho trovato delle foto a documentare una domenica in casa , con il figlio ed i suoi amici intenti a vedere commentare una partita in TV.L'amica spiega che succede spesso,che spesso si finisce con una pizza,quattro chiacchiere in compagnia e tanta vivacità.
Con la mente sono andata a solo pochi anni fa ma che ora mi sembrano secoli,tanto sono cambiate le situazioni.
Per anni tutti i fine settimana ci spostavamo,pochi chilomentri,ma tutto un altro mondo,in una nostra casetta in campagna.Era la casa dei nostri sogni,abbiamo seguito ogni fase della sua costruzione,facendo anche impazzire capimastri e tecnici,con la nostra invasiva presenza.Vi siamo arrivati con i due figli piccolissimi.Qui hanno giocato,crescendo hanno imparato a conoscere la natura circostante,alberi arbusti,uccelli, insetti.Qui insieme abbiamo piantato pini alloro le tuje per le siepi,le rose le margherite,la vite canadese.Abbiamo raccolto le mandorle,e l'uva.abbiamo fatto il vino e le salse.
Qui,i primi anni senza la corrente elettrica,la sera leggevamo le favole,al lume di lampade a gas,raccontavamo ai figli storie dei nostri tempi,dei nostri avi.Raccontavamo la vita.E loro crescevano.E crescevano anche gli alberi da noi piantati.I pini ci regalavano abbondanti pinoli,nuovi alberi messi a dimora ci stupivano con la ricchezza dei loro frutti.
E loro crescevano,motorino,macchina le ragazze.Ci sembrava tutto diverso,poi abbiamo imparato che si poteva stare bene anche così.Le serate estive,le cenette sfiziose che preparavo e che consumavamo,magari fuori sotto le stelle,sempre in compagnia di loro amici-amiche.Sempre in allegria.Sempre insieme.
Poi le cose cambiano,non si sa come e perchè.Altre strade da cercare,necessità di avere un lavoro,ovunque esso sia.E di sicuro non c'era dove noi eravamo.
Ad ogni loro ritorno,per un poco,ci siamo illusi che le cose potessero continuare,ma qualche settimana di ferie,qualche sporadico viaggio nel corso dell'anno,non potevano certo ricreare la magia.
E poi altre ed altre cose ancora non sono andate per il giusto verso.
E la magia rimane solo nei miei ricordi,mi aiuta ad affrontare le giornate che si susseguono,con altri ritmi,altri interessi un po di solitudine di nostalgia ma anche di speranza.
I ricordi,che bella invenzione!

giovedì 30 ottobre 2008

Ioan Baez

Quando arriva l'autunno con la prospettiva dei primi freddi preferisco il clima della mia Sicilia e cerco sempre di tornare a casa proprio come le rondini in cerca di tepori profumo di funghi caldarroste morbidi piumini e tute felpate.
In verità ho lasciato bel tempo giornate di sole e mi ritrovo con le prime nebbie pioggerellina noiosa e tanta umidità -in più sono alle prese con muratori idraulici e piastrellisti-Una poesia da ..non raccontare.
Da raccontare invece l'esperienza bellissima di aver ascoltato in concerto la sempreverde Joan Baez.
E vi pare poco?Unico concerto in Italia per la presentazione del suo nuovo CD ed io
grazie ad Antonio di Lifegate- IO C'ERO!
Teatro pienissimo entusiasmo alle stelle e mi sono ritrovata a ritmare la sua musica-le sue canzoni con l'entusiasmo di una ragazzina tornando indietro di tanti ma proprio tanti anni.
Certo molti dei presenti me compresa sentivamo addosso la ruggine degli anni che limitava lo scroscio degli applausi e la voglia di accompagnare il ritmo delle chitarre ma c'eravamo- c'ero e almeno per una serata ho lasciato da parte i mille problemi i mille pensieri e le mille preoccupazioni che di solito accompagnano le mie giornate.
Mi hanno anche regalato il nuovo CD ed un doppio con successi precedenti.
Come dicevo in apertura le faccende quotidiane per adesso non mi mancano certo
quindi archivio la piacevole parentesi e rientro pienamente nella realtà.

........................................^^^^^^^^^...................................

Due parole per spiegare un disguido:mi si è bloccato il pc,credevo fosse irrecuperabile,invece un intervento provvidenziale lo ha rimesso in moto.
Così ho potuto leggere solo adesso,i commenti.Mi scuso qui con tutti e vado subito a rispondere singolarmente.

domenica 14 settembre 2008

Vi racconterò ..


Vi racconterò il seguito della mia avventura,da migrante,a Milano,prossimamente:è una promessa.
Intanto per ora lascio un saluto alle amiche ed amici che qualche volta passano da me.
Non riuscirò a collegarmi,anche perchè ho settimane molto impegnative che mi attendono.
Ma volendo,potrete lasciare i vostri commenti,magari quelli riuscirò a leggerli e mi faranno piacere.
Mi ci sono abituata oramai a questo spazio ed alle persone che lo animano e lasciare mi costa un po di fatica.Ma ci risentiremo,di sicuro.
Vi lascio una foto,un tramonto sulle mie colline...

martedì 9 settembre 2008

un riconoscimento ad un'amica

Ho letto il nuovo libro di Nunzia Scarponi
“PER NON MORIRE.”
Pagina dopo pagina è un crescendo di emozioni,
di situazioni imprevedibili,di colpi di scena.
Si legge d’un fiato e il finale imprevedibile
esalta le qualità narrative dell’autrice.
L'autrice non è alla prima esperienza,
è già al suo tero romanzo
e di sicuro sentiremo ancora parlare di lei.
Lo consiglio vivamente.
L’autrice è linkata fra gli amici di blog che visito
“girasolenero”
L'editore è "IL FILO"
Ho linkato pure la libreria dove ho trovato il libro.

giovedì 4 settembre 2008

..e da che pulpito.....

da:la stampa.it-diritto di cronaca ,trovo un bel post sulla nostra ministra della pubblica istruzione.Un commento è d'obbligo,ovviamente.

Signora ministra,certo che ha una gran bella faccia tosta,o di plastica,come molti altri della sua cordata di partito!Lei aveva bisogno di lavorare e per abbreviare l'iter,-ma come a Brescia,grassa ricca colta attiva,non trovava da lavorare?,sceglie la scorciatoia,tanto così fan tutte..era già in FI,immagino,anche allora. Mio figlio negli stessi anni,non potendo disporre di laurea,ma solo di un diploma tecnico,buoni voti,per carità,ma niente lavoro,parte per Londra,per imparare bene l'inglese ed avere una freccia in più nel suo curriculum.Fnella tutti i lavori che gli vengono offerti,si adatta come può a vivere in una città costosa,difficile,con qualche aiuto da casa.Tornando,nonostante tutto,non trova ancora lavoro e parte per la grande Milano che lo fa lavorare,ma si riprende fino all'ultima lira guadagnata,per affitti,spesso in nero,spese varie,trasporti,alimentazione. Anche l'altro figlio lascia casa per lo stesso motivo,proprio come avevo fatto tanti anni fa anch'io.Eravamo ritornati e speravo la storia non si ripetesse,invece..Lei al contrario viene da noi,prende la sua bella abilitazione,ritorna a casa,e per le sue notevoli capacità diventa ministra giusto in tempo per offendere tutta una schiera di insegnanti che partono anche loro alla conquista del posto,o della pasta,con quello che costa oggi,e vanno ad occupare posti che i signori come lei,con doti di intelligenza e capacità spiccatamente lombardi,quindi superiori,lasciano vuoti perchè rendono una miseria.Offende anche una moltitudine di studenti che con le poche disponibilità di strutture e di mezzi a disposizione delle scuole cercano di fare quello che possono per avere un diploma che non servirà comunque. Per trovare lavoro da noi non basta il diploma,neanche la laurea,proprio non esiste il lavoro.
E lei ha il coraggio di venirci a parlare di merito?o magari si,fa bene a farlo,ma pensando a quanto poco merito ci sia stato nel conseguimento della sua abilitazione,cara ministro ,perchè non si dimette?

sabato 23 agosto 2008

GRAZIE

Qualche giorno fa,tornando da una breve vacanza in Calabria,fresca di nostalgie,ricordi,ma anche di rabbia e delusione,finisco in rete a leggere un articolo che mi ha spinta a lasciare un commento,di getto.
Il commento è stato non solo moderato ma anche pubblicato in home page.Cosa che mi ha fatto molto piacere,ovviamente,perchè non si trattava di una valutazione estetica di buona scrittura,ma di uno sfogo sentito e di cose che penso veramente e che riguardano certo la vita politica e sociale della Calabria,ma anche della Sicilia,dove vivo,e magari di altre regioni a sud di Roma.
Il link del sito:blogalladeriva-liberi di pensare-
Nel ringraziare il titolare del blog,riporto di seguito il tutto.
"""""""""
22 agosto, 2008
L'UOMO SPEZZATO
Un bellissimo commento di chicchina merita, a mio giudizio, di essere messo in home page.
Esso vale da solo più di tutti i fiumi di inchiostro inutile che i filoborbonici possano mai produrre, e da voce alla mia anima di "Uomo Spezzato"in un momento in cui sto, seriamente, maturando l' idea e il progetto di abbandonare definitivamente la Calabria, poiché in essa non c'è spazio per chi voglia costruirsi un futuro in modo onesto e indipendente da una qualsiasi tipo di consorteria.
In una mattinata in cui circa 400 politici calabresi sono indagati per il mancato utilizzo di beni confiscati l'amarezza è ancora più forte.
Cosa può sapere di questo un sedicente filoborbonico, che mangia e si ingrassa nel Nord che tanto odia?..
.niente!


"Torno oggi dalla Calabria,è una malattia che mi porto appresso,ma ogni volta torno con una riflessione negativa in più:ottimo articolo ottime considerazioni,ma sembrano discorsi fra sordi,perchè chi non ci vuole sentire,non ci sente.E non sono i politici ad essere incriminati,quelli purtroppo fanno il loro mestiere di venditori di fumo e promesse e raccattatori di voti.Mi rivolgo ai pochi o molti uomini di idee,capaci di creatività,di progetti,ai pochi o molti imprenditori con il coraggio di investire, credendoci, in questi progetti,capaci di interpretare leggi e disposizioni,di utilizzare disponibilità e risorse umane,nel segno del cambiamento,senza chiedere elemosine,ma utilizzando quanto le leggi prevedono,e nel rispetto di queste
leggi,innanzitutto.
Vedo,ogni volta che arrivo nella mia terra,desolazione,noia,sfiducia,e sempre il maledetto tentativo di scavalcare qualcuno,con l'aiuto del piccolo e sempre più anacronistico potentello di turno,per una pensione non dovuta,una malattia ineseistente,un riconoscimento illegale di qualcosa.Ho sentito di quotazioni ufficiali per certificati fasulli,riconoscimenti improbabili,tanto con qualche anno di pensione si rientra dalle spese!Quale la spinta ad interessarsi attivamente del proprio territorio? quale il desiderio di ritrovare la dignità di un lavoro ben fatto e giustamente remunerato?Mi scuso per lo sfogo ma oggi non avrei potuto dire altro."
Pubblicato da Fortunato Vadalà a 11:52 AM

domenica 10 agosto 2008

'ssettativi,c'ora vi cuntu...


Traduzione per i non calabresi:"sedetevi che adesso vi racconto".

Sempre più spesso in questi mesi,mi assento dal blog e dalla mia città per spostarmi altrove.Non si tratta certo di vacanze o viaggi studio o affari:semplicemente voglio essere presente accanto a mia mamma che non sta bene.

Già perché i miei familiari abitano,tutti in quel di Milano,fratelli cognate sorelle nipoti pronipoti,una tribù,insomma,così come moltissimi altri parenti ed amici.

Siamo una famiglia di ..migranti,adesso si dice così,ma io,non contenta della prima..migrazione,ne ho fatta un’altra ,in solitudine,per svernare in Sicilia,creare una mia famiglia,crearmi un lavoro,ed ora tentare di passare qualche altro anno sereno in un lembo di terra che ha tantissimi difetti,di ogni genere,ma un clima troppo accattivante una storia una civiltà una tradizione che oramai,dopo tantissimi anni,ho fatto miei.

Per quanto detto sopra,in questo periodo sono diventata una provetta navigatrice in internet,sempre alla ricerca di qualche volo economico,con compagnie delle quali spesso mi fido,solo per mancanza di alternative,con orari impossibili,ma buoni se costano meno.

E non posso fare a meno di ricordare il mio primo viaggio importante,anzi il primo in assoluto.

Nei primi anni sessanta,20 anni da portare in giro con disinvoltura,lasciavo la Calabria per sperimentare una nuova stagione,meta Milano.

Partivo da Reggio C.,con il treno "freccia del sud",beh,chiamarla freccia era proprio un'ostentazione eccessiva,ma mica lo si poteva chiamare la "tartaruga del sud" che diamine,che figura ci facevano le FF.SS.?

Il treno partiva di pomeriggio,ma mia mamma(mio padre era mancato qualche mese prima) mi ha accompagnata in città fin dal mattino:

Mi ha comperato una borsetta nuova,una tracolla nera,in tessuto di iuta,eravamo in settembre.

Mi ha comperato anche una specie di borsa per la spesa,non la solita valigia di cartone,non mi serviva,che ci avrei potuto mettere dentro?

Per qualche capo di biancheria,dei panini della frutta una busta con il diploma,un quadernetto notes con indirizzi di amici, qualche penna,una immancabile lettera di presentazione per un conoscente importante ,poteva sempre servire,bastava molto meno della valigia. Ci fossero state le moderne buste di plastica,così comode e capienti….

Mi portavo dietro anche un carico sterminato di sogni e di speranze,ma questi si sa,non pesano e si possono tranquillamente nascondere agli sguardi curiosi ed invadenti,in un angolino del cuore.

E’ così che sono arrivata a Milano.

Scriverò ancora sull’argomento,merita alcune considerazioni,sul come le cose cambiano o almeno così ci sembra.

Alla prossima,dunque.

venerdì 4 luglio 2008

ciao

LASCIO PER UN POCO,MA RITORNERO',PROMESSO.
LO PROMETTO A ME STESSA,PRIMA DI TUTTO,PERCHE' QUESTO SPAZIO E' PER ME IMPORTANTE.
CONTINUERO' A POSTARE LE MIE CONSIDERAZIONI,MAGARI DARO' UNA SVOLTA,NON EPOCALE,MA NEI CONTENUTI.
BUONE VACANZE ,SE PARTITE,E SE RESTATE RITAGLIATEVI UN PICCOLO SPAZIO DA DEDICARE A VOI STESSI,RIEMPITELO DI COSE SIMPATICHE,PIACEVOLI,E DIMENTICATE PER QUALCHE ORA IL RESTO,TANTO ..RESTA LI' COMUNQUE E CI ASPETTA ALL'ANGOLO.

martedì 1 luglio 2008


Vorrei immergermi nelle fresche acque dell'Alqantara,magari rifugiarmi sotto una cascatella ed attendere la fine del caldo.Avevo appena parlato delle regole per superare questo periodo,ma sono andata in tilt lo stesso,qualcosa non ha funzionato,evidentemente.
Passerà?credo di si,se è vero che "bel tempo e brutto tempo non durano tutto il tempo"-saggezza dei proverbi!
Intanto riporto delle notizie ,ufficiali,che riguardano la mia bella e spendacciona regione e che non ci fanno dormire sonni tranquilli,se è vero che anche in questo caso,saremo ancora noi,semplici cittadini,che spesso non abbiamo neanche scelto questi amministratori,a dover pagare per le colpe di chi imperterrito delapida risorse ed energie,a beneficio dei pochi ma con danni irreparabili dei molti.
Sto diventando seriosa,ma quando le cose vanno male,nenche il caldo riesce a fermare la mia rabbia.

LA CORTE DEI CONTI DELLA SICILIA IERI HA PRESENTATO IL REPORT SULLO STATO DI SALUTE DELLA REGIONE SICILIANA,QUESTI I DATI PIù IMPORTANTI.

- FORMAZIONE PROFESSIONALE: spesi 302 milioni, senza aver creato un posto di lavoro, nè dato un diploma ai partecipanti, dichiara il Procuratore: "i corsi, giovano di più a chi li organizza, per gli alunni sono solo un handicap";

- CONSULENZE; la legge finanziaria 2007 aveva posto un tetto massimo, con una circolare la regione ha stabilito che il tetto non si applica agli assessorati. SI PUO' MODIFICARE LA LEGGE CON UNA CIRCOLARE?!. Risultato 846 mila euro di consulenze assessoriali, 4,7 milioni per le ASL, Ospedali 3,2 milioni, il tutto più o meno per un incremento del 53%.

- DIPENDENTI PUBBLICI; 21.104 il totale dei dipendenti della regione, di cui 2.245 dirigenti, cioè un dirigente x 8 dipendenti. Costo 819 milioni, + 5,2%. La Lombardia ha 4.000 dipendenti.


- ASSESSORI: indennità di carica fra il 2005 e il 2007 indennità di carica cresciuta del 114%, mentre la Regione ha tagliato del 9,7% i fondi per le famiglie e del 42,9% i fondi per le imprese.

- AGENDA 2000: revocati fondi europei per 626 progetti solo nel 2007, per un totale di 2848 revoche. Persi miliardi di eu.

- SANITA' - Nel 2007 la Sicilia ha speso 8,5 miliardi, 1 miliardo in più del 2006. In Sicilia si spende 1.711 eu per cittadino, la regione spende il 30% in più della Finlandia; i centri convenzionati esterni son passati da 1.536 a 1.844 per il costo di 1,1 miliardi, in Piemonte i convenzionati sono 150. La sanità siciliana assorbe il 49% del bilancio, una emodialisi in sicilia costa il 35% in più del resto d'Italia.

mercoledì 25 giugno 2008

le mie misure contro il caldo

Per superare il caldo estivo,anche quest'anno non si è fatto attendere,adotto poche e semplici regole che trascrivo:
-Una passegiata rigeneratrice,al mare,fra le sette e le otto del mattino-Camminare sulla sabbia bagnata e sentire il ritmo delle onde belle schiumose e imprevedibili,ha un fascino magico.
-Niente primi piatti,a pranzo.Solo abbondanti variegate,variopinte insalate qualche mozzarella,e tanta acqua,non fredda.
-Niente caffè,freddo o caldo,solo buonissime granite alla frutta al limone,rigorosamente fatte in casa,con buona frutta di stagione.
-Niente pulizie extra,solo l'indispensabile,che è già troppo...tutto può attendere,arriveranno giornate più miti,no?
-Niente auto,per quanto possibile-ci si stressa di meno e si risparmia carburante-oro-
-Cene frugali,insalate di riso o pasta,con pomodori,peperoni e verdure varie.
E per far passare il tempo,qualche buon libro,un po di musica e spesso mi dedico anche a qualche hobby,che in tempi normali trascuro.
Intanto,buona estate per tutti.

sabato 7 giugno 2008

sono a casa!!!

Sono novamente a casa,non so per quanto ci resterò,di sicuro qualche settimana,spero.
Va così,per ora e mi sta anche bene perchè il motivo delle mie lunghe assenze è legato ad un'esile filo di speranza,filo che lega spesso le vite, i destini di tante persone,e che adesso mi avvolge,come una tenue tela di ragno.
Immaginate una normale abitazione,dopo un mese di assenza,nonostante,o direi quasi malgrado, la buona volontà del figlio,rimasto a gestire fornelli,biancheria,polvere e dintorni?
Mi sono messa all'opera,subito,ma temo stia per arrivare un'influenza,complice il tempo dagli umori molto bariabili.E pazienza,si può rimediare con qualche tisana bollente e magari una sana dormita.
Passo,rinunciando ad un po di sonno,a lasciare un saluto agli amici,che mi mancano,in questo periodo in particolare.
Passerò per un saluto,domani,anzi è già domani....quindi a più tardi.

giovedì 1 maggio 2008

DI LIBBRI

L'amica GIRASOLENERO ha comunicato la bella notizia:il suo terzo romanzo ha visto finalmente la luce,ed ora aspetta solo di crescere in fretta,nel giudizio di quanti lo leggeranno e sperando in una buona distribuzione.
Conosco Nunzia da qualche anno,siamo entrati subito in sintonia e sono stata felicissima di procurarmi i suoi primi due romanzi.
Devo dire che li ho letti d'un fiato,storie semplici,pulite,piacevoli ed accattivanti, scrittura scorrevole.Adesso questa nuova avventura mi intriga parecchio.
Ordinerò subito le copie in libbreria:se i primi due sono la premessa,so già che apprezzerò anche questo nuovo lavoro e condividerò il piacere della lettura con qualche mia amica.
Vorrei essere più brava nell'uso del pc e riportare almeno la foto delle copertine,ma conoscendo le mie scarse capacità,mi limito ad inserire il link.

http//lapostinadelcuore.splinder.com.

Chi ancora non conoscesse questa brava scrittrice,visitando il suo blog,avrà la possibilità di conoscere meglio lei ed i suoi molti interessi,anche nel campo della poesia e dell'arte.
Mi sembrava giusto dare la notizia su questo mio spazio:con Nunzia abbiamo condiviso,fino ad un anno fa un'altro spazio blog,sembrava più un grosso condominio,si stava bene ed è stata una stagione ricca di promettenti autori.
E' stato piacevolissimo per me leggere quanto veniva proposto,mi sembrava di poter conoscere meglio questo gruppo di amicche/amici,anche al di la di quello che postavamo nei nostri spazi persolali.
All'amica Nunzia il mio in bocca al lupo per il successo di questo nuovo lavoro.

venerdì 25 aprile 2008

25 aprile

25 aprile

Non è che voglia ricordare ad alcuno che oggi è il 25 Aprile,data dedicata alla liberazione dell'Italia e degli italiani dal fascismo.
Da giorni ne parlano i media,anche se si riferiscono più al ponte vacanziero che alla specificità della ricorrenza.
E' solo che ogni tanto voglio cercare ,anch'io, di non dimenticare,almeno con due righe su questo blog,peraltro in questo periodo troppo trascurato.
Ci sarà a giorni l'altra ricorrenza,il Primo maggio,da non dimenticare.Per me che non sono giovanissima,sono date particolari,avevano un un significato diverso,negli anni cinquanta,sì,quelli sono gli anni ai quali mi riferisco,e da allora ne è passata di acqua sotto i ponti...
E' cambiato il mondo,sono scomparsi i blocchi,tutto va come forse doveva andare ma personalmente intendo conservare il ricordo di qualcosa che nel tempo mi ha fatto capire quanto era importante scegliere,allora,ma vale anche adesso,da che parte stare,quale tipo di società,di sviluppo,di progresso appogiare.
E fino a quando queste date sono solo un ricordo da custodire,è il segno che la storia ci ha aiutato a capire,a non sbagliare ancora,è la speranza che non ci debbano essere altre date da ricordare od eroi da celebrare:"come il fiume che scorre",scorra la vita dei popoli,nella serena e consapevole costruzione della pace e con una sola guerra dichiarata:guerra alle ingiustizie ed alla miseria.

sabato 22 marzo 2008

serena pasqua

Sorpresa:questa mattina mi hanno svegliata le rondini,sono già tornate!
Che confusione,il loro nido è distrutto,veramente lo avevano distrutto loro,prima di ripartire,lo scorso anno,e così si ricomincia.Giri di ricognizione,voli allegri ,un numero eccessivo per una sola piccola dimora,dove andranno gli altri?Magari ne costruiranno una nuova,staremo a vedere.
E così è passato un'altro anno,altre stagioni,e l'arrivo delle rondini,della primavera,della Pasqua,ne sono i segni tangibili.
Ne approfitto per lasciare un augurio di serenità e di gioia,per questi giorni pasquali.
Resterò lontana dallo schermo di questo pc,non so per quanto,oramai non riesco più a sapere cosa mi toccherà domani,ma spero,riaffacciandomi,di trovare tanti sorrisi e notizie confortanti e gioiose nei blog che animano questo mondo virtuale.Chicchina

martedì 26 febbraio 2008

voglio raccontare....

Voglio dire qualche parola sulla Sicilia,terra che mi ospita,e che considero oramai la mia terra adottiva.Sebra facile,invece sarà molto complicato,sì,perchè complicati siamo noi,la gente,complicata è la politica,ma ancora di più i politicanti di professione.
Qui da noi niente è come sembra.Ogni parola ha tanti significati,dipendono dalla espressione del volto,dall'intonazione della voce,da chi ti sta di fronte,da chi ti ascolta,anche se non sembra,perchè tu parli anche per loro,anche se non sembra.

Si dice in questi giorni che la Sicilia è un caso a parte,nel panorama politico,si dice,è un laboratorio.Magari!

E' un caso,sì,ma patologico,è un laboratorio,ma sa di bottega dell'alchimista.

Quì la politica ha un sapore diverso.Fra quello che si pensa e quello che si fa ci sono tanti legami,differenze,scambi,baratti.convenienze,vendite,acquisti sfumature,accorgimenti,legami, dictat.

C'è uno dei maggiorenti di F.I.,enfant terrible,che giura,non si vuole ritirare per nessuna ragione dall'agone politico.Sua sarà la presidenza della regione,visto l'esito inglorioso del naturale rappresentante, fino a ieri,dott.Cuffaro.

C'è l'attuale,fino a ieri,presidente della provincia regionale di Catania,che ovviamente e naturalmente si sente l'erede designato alla presidenza della regione,anche lui,e non intende ritirarsi,per alcuna ragione.

C'è l'on.Casini che non è dello stesso partito di Lombardo,ma appoggia,ovviamente e naturalmente, la sua candidatura,ma appoggia anche l'On.Cuffaro,presidente uscente della Regione, (per indigestione di cannoli,dicono),nonchè rappresentante del partito di Casini in Sicilia ed appogiatissimo dallo stesso.Nulla da eccepire,per carità,sono garantista.

C'è che la Sicilia ha un suo numero di senatori e chi vince,col premio di maggioranza,non vince solo in Sicilia ma ovviamente sarà avvantagiato nel governare la nazione,con l'attuale legge elettorale.

C'è che la CDL,adesso ribattezzata PDL,ha rotto con Casini,in campo nazionale,ha richiamato a Roma il suo uomo siciliano invitandolo (!) a ritirarsi,si è alleato con i vecchi e navigati democristiani locali,comunque si facciano oggi chiamare,compresi Cuffaro,Casini,forse adesso c'è posto anche per la lista Storace,e non so chi lasceranno fuori.

Tutto questo in nome della semplificazione,della trasparenza ,della della chiarezza,del rispetto per l'elettore,ma principalmente per il BENE DELLA SICILIA!!!!!.

Ma perchè non ci volete un po meno bene e non ci lasciate in pace?Se non ci frastornate con le vostre chiacchiere,se non ci confondete con le vostre promesse,se ci lasciate tranquilli,noi riusciamo anche a pensare,da soli,e trovare le giuste soluzioni.Il discorso vale per quanti non sanno mai a chi appogiarsi,ovviamente.Molti altri hanno le idee ben chiare,e di questi argomenti possono solo giocare,farne argomento di conversazione.

lunedì 18 febbraio 2008

anniversario

Mi manchi,amore
mi manca la tua voce che colma i miei silenzi
mi mancano i tuoi occhi che cercano le cose
e non trovano mai.
Mi manchi
mi mancano i tuoi libri lasciati dappertutto
sassolini sapienti per trovare la strada
di un tuo sapere antico nella tua mente stanca.
Mi manchi
mi mancano i tuoi passi quando giri per casa
mi mancano i tuoi gesti sempre uguali
mi manca il brontolare su tutto ed ogni cosa.
Mi manchi
mi manca il tuo sorriso, il tuo entusiasmo
per le piccole cose di ogni giorno.
Mi manchi
mi manca la tua voglia di far sempre qualcosa
mentre io vorrei indugiare in un pigro far niente
e cerco mille scuse per non farti stancare.
Mi manchi
dei tuoi occhi mi manca lo stupore
osservando un tramonto un’ape un’alba un fiore
mi mancano gli aneddoti,che conosco a memoria
le storie di paese ogni volta diverse.
Mi manchi
mi manca la tua voce che mi sveglia
per vedere,assonnata, un’alba rossa.
Mi manchi
al mio primo caffè della mattina
una sola tazza in due
tu dolce io più amaro,ma a te lo davo prima...incongruenze.
La sera faccio tardi,come sempre
davanti al mio pc
e mi giro,sovente,mi sembra di sentirti,
"ma non vedi ch’è tardi?ma non vieni a dormire?"
Adesso smetto,è tardi,come sempre,
ma adesso sono sola.
E il letto può aspettare

venerdì 4 gennaio 2008

precisazione d'obblgo

Ho modificato l'ultimo post perchè da alcuni commenti,risultava illegibile.
Con la rettifica peròho cancellato anche i commenti,anche quelli non ancora moderati.Mi scuso con le amiche Rosy liu' Lina,Claudine Nunzia e spero di non aver dimenticato altri.Se qualcuno riscontrasse ancora problemi,fatemi pure sapere,ve ne sarò grata.Chicchina

GRAZIE !

Ciao,sono qui,appena rientrata,per dire grazie di cuore agli amici ed alle amiche che mi hanno contattata e sostenuta in un momento difficile che fortunatamente si è risolto bene!
Passata la grande paura,ho condiviso qualche momento di ritrovata serenità con i miei familiari,che ringrazio,perchè insieme abbiamio fatto squadra per essere sempre presenti,accanto alla mamma,dandole sicurezza e fiducia,anche nei momenti più critici.
Ora si ricomincia,di certo ci saranno giorni felici ed altri meno,ma ancora una volta dai fatti ho avuto la conferma che si vivono meglio,gli uni e gli altri se c'è condivisione,partecipazione e comprenzione.

AUGURO UN NUOVO ANNO RICCO DI EVENTI LIETI,DI SERENITA'E DI BUONA SALUTE