lunedì 18 febbraio 2008

anniversario

Mi manchi,amore
mi manca la tua voce che colma i miei silenzi
mi mancano i tuoi occhi che cercano le cose
e non trovano mai.
Mi manchi
mi mancano i tuoi libri lasciati dappertutto
sassolini sapienti per trovare la strada
di un tuo sapere antico nella tua mente stanca.
Mi manchi
mi mancano i tuoi passi quando giri per casa
mi mancano i tuoi gesti sempre uguali
mi manca il brontolare su tutto ed ogni cosa.
Mi manchi
mi manca il tuo sorriso, il tuo entusiasmo
per le piccole cose di ogni giorno.
Mi manchi
mi manca la tua voglia di far sempre qualcosa
mentre io vorrei indugiare in un pigro far niente
e cerco mille scuse per non farti stancare.
Mi manchi
dei tuoi occhi mi manca lo stupore
osservando un tramonto un’ape un’alba un fiore
mi mancano gli aneddoti,che conosco a memoria
le storie di paese ogni volta diverse.
Mi manchi
mi manca la tua voce che mi sveglia
per vedere,assonnata, un’alba rossa.
Mi manchi
al mio primo caffè della mattina
una sola tazza in due
tu dolce io più amaro,ma a te lo davo prima...incongruenze.
La sera faccio tardi,come sempre
davanti al mio pc
e mi giro,sovente,mi sembra di sentirti,
"ma non vedi ch’è tardi?ma non vieni a dormire?"
Adesso smetto,è tardi,come sempre,
ma adesso sono sola.
E il letto può aspettare

11 commenti:

Lina ha detto...

Chicchina . Che bello!
Appena alzata ho trovato il tuo commento Grazie!
Anche tu scrivi cose molto belle!
Sono entrata nel tuo blog ,
con il- MIO DIARIO - Quamdo ti va!
di leggerlo , farebbe piacere.
Ti dò il buon giorno con questa bellissima poesia . La speranza da ragazza mi ha aiutata a vivere ,Guai se non ci fosse!
te la invio in un altro commento

BUONA GIORNATA ...LINA

Lina ha detto...

LA SPERANZA
Le quattro candele, bruciando, si consumavano lentamente.

Il luogo era talmente silenzioso che si poteva ascoltare la loro conversazione. a prima diceva
"IO SONO LA PACE"
ma gli uomini non riescono a mantenermi:
penso proprio che non mi resti altro che spegnermi!".
Così fu, e a poco a poco la candela si lasciò spegnere completamente. La seconda disse:
"IO SONO LA FEDE".
Purtroppo non servo a nulla.
Gli uomini non ne vogliono sapere di me e per questo motivo non ha senso che io resti accesa.
Appena ebbe terminato di parlare una leggera brezza soffiò su di lei e la spense.
Triste triste la terza candela a sua volta disse:
"IO SONO L'AMORE".
Non ho la forza di continuare a rimanere accesa.
Gli uomini non mi considerano e non comprendono la mia importanza. Essi odiano perfino coloro che più li amano, i loro familiari.
" E senza attendere oltre, la candela si lasciò spegnere."

Inaspettatamente un bimbo in quel momento entrò nella stanza e
vide le tre candele spente.
Impaurito per la semi-oscurità disse:

"MA COSA FATE?! VOI DOVETE RIMANERE ACCESE!!!
IO HO PAURA DEL BUIO!!" E così dicendo scoppiò in lacrime.
Allora la quarta candela impietosita disse:
"Non temere, non piangere:
finché io sarò accesa potremo sempre riaccendere le altre candele!!

"IO SONO LA SPERANZA!"
Con gli occhi lucidi e gonfi di lacrime il bimbo prese la candela
della speranza e riaccese tutte le altre.

CHE NON SI SPENGA MAI LA SPERANZA DENTRO IL NOSTRO CUORE
E CHE CIASCUNO DI NOI POSSA ESSERE COME QUEL BIMBO
CAPACE IN OGNI MOMENTO DI RIACCENDERE CON LA SUA SPERANZA, LA PACE, LA FEDE, L'AMORE.


buona giornata ...lina

jengiskan ha detto...

ciao Chicchina ti ringrazio per la visita,stai tranquilla è tutto al posto,solo che in questo periodo sono un pò occupato,ma presto tornerò al mio blog e a tutti gli amici del blog.Ho letto la tua poesia,molto toccante,ha suscitato molti ricordi dentro di me

chicchina ha detto...

lina cara.passerò dal tuo"diario",intnto ti ringrazio per il commento e per la poesia,veramente bella,che conserverò fra i ricordi,sto raccogliendo tanti scritti,miei,ma anche di amici,con il loro consenzo,ovviamente.ne verrà fuori qualcosa,appena avrò un po di tempo e di serenità per pensarci meglio.Un abbraccio ed un grazie di cuore-Chicchina

chicchina ha detto...

Jengis,un piacere sempre incontrarti,ed anche sapere che va tutto bene.In fondo siamo una piccola comunità e mi piace credere che si possa condividere la gioia,la serenità o anche qualche momento meno esaltante della nostra vita.Un abbraccio ,e come vedi ,possiamo condividere anche qualche ricordo.Chicchina

rosy ha detto...

Con tante belle cose da ricordare, ogni tua giornata, sarà piena di lui.Nei ricordi, ritroviamo il nostro tempo e quello di chi tanto ci ha dato.
ciao.

chicchina ha detto...

Cara Rosy,abbiamo costruito negli anni tanti momenti intenzi,belli,da ricordare,certo,ma ancora non bastano i ricordi....
Sento una profonda solitudine,ed ho paura,ma so che passerà.Oggi ho con me tutti e due i miei ragazzi,per qualche giorno.
Un abbraccio colmo di affetto e stima-Vittoria

nina ha detto...

ciao Chicchina
il tuo "anniversario" mi ha commosso. ci ho trovato dolore per la perdita, struggente nostalgia, ed anche una quieta forza d'animo derivante dalla condivisione prolungata di vita e di affetti; la consapevolezza che questo "gruzzoletto d'oro" sarà sempre con te.
un caro saluto Nina

chicchina ha detto...

Grazie,Nina.Grazie per il commento.Il post è personale,forse non avrei dovuto neanche pubblicarlo ,ma oramai il blog è divenuto il mio diario segreto (si fa per dire).Ti incontro per la prima volta,sul blog,forse ci conosciamo,forse no,ma grazie comunque della tua visita.Ti cercherò per lasciarte traccia anche da te.Ciao-Chicchina

nina ha detto...

ciao Chicchina, ci conosciamo.
In merito al blog ne ho aperto anch'io uno (andando per tentativi in quanto non ho ancora capito bene come si fa) e se vuoi passare a trovarmi si chiama paroleintrecciate.
se puoi dammi qualche consiglio tecnico (ad esempio ad attivare la moderazione dei commenti)

un caro saluto Nina

chicchina ha detto...

Ciao,Nina,sono già passata dal tuo blog e sono felice che tu abbia ripreso a scriverci,spesso è di aiuto,riusciamo a scrivere,per noi stessi,anche se sappiamo che altri leggeranno.Mi piacciono le tue poesie,e immagino che tu abbia risorse inesauribili.Vai avanti con convinzione,imparerai ad usare sempre meglio il mezzo,e se ho imparato io....
Ciao,e appena posso ti aiuterò per l'uso completo del blog.Rimando a più tardi-Chicchina