sabato 30 aprile 2011

IL MIO PAESE

Il paese dove sono nata è piccolo,ma anche tanto giovane.Ha appena spento le sue prime 100 candeline,essendo nato nel 1908.Mio padre nasceva due anni più tardi.
Negli ultimi anni ha cercato di darsi un po di belletto,come certe signore,che vogliono invecchiare bene e con dignità.Per diventare autonomo,ha lasciato la casa madre,di più antico e nobile lignaggio,ma senza rancore, senza sbattere la porta,anzi superate le asperità giovanili, di recente i rapporti si sono rinsaldati,forse anche per affrontare meglio i rischi di una crisi che tende a cancellare le peculiarità dei singoli centri,a uniformarli.



Questa la casa madre,il paese originario.Nella nostra Calabria molti paesi nascevano in alto,appollaiati su cucuzzoli rocciosi,con la doppia giustificazione storica di sfuggire da una parte alla malaria,frequente nelle zone marine,spesso paludose,ma anche e a buona ragione per sfuggire alle razzie di chi arrivava per mare,non sempre con buone intenzioni.
Le migliorate condizioni,storiche e sociali e la presenza della ferrovia, attiravano nuclei familiari e vicino alle stazioni nascevano piccole attività.I paesi montani si sdoppiavano,il vecchio nucleo era "Superiore" e il nuovo "Marina".Così anche per Bova.
La parte più antica del paese di Bova Marina, si trova fra due torrenti,il Siderone e il Vena, meglio chiamarli fiumare, alimentate dalle acque invernali povenienti dalle colline soprastanti,raramente in piena,anche se qualche volta succede e sono guai seri.
I confini esterni del paese sono segnati da altri due torrenti,di maggiore portata e importanza.Da una parte il Sanpasquale che attraversa ed alimenta con i suoi terreni alluvionali una ricchissima zona agricola del paese,dove regna sovrano sua maestà il BERGAMOTTO.
All'altra estremità il torrente Amendolea,questo sì,quasi un fiume,che fa paura quando è in piena,è alimentato tutto l'anno,o quasi,anche dalle nevi delle propagini aspromontane.



Questo il Municipio.E' stato rimesso a nuovo per il centenario e circa trent'anni fa è stata aggiunta un'intera ala,quella più alta,a sinistra.Forse è un po pretenzioso,ma mi piace,io l'ho sempre visto così,vivevo nei paraggi,c'era ospitata la scuola elementare fino agli anni 50 e difronte c'era l'Istituto delle suore dove ho frequentato la scuola media,era privata e c'era solo quella.




Questo ,invece,il vecchio municipio, anni 20:forse un po esagerato per i pochi abitanti del neonato comune,ma ebbero allora sagge intuizioni,perchè dopo il comune crebbe parecchio.La zona circostaante è molto cambiata ma la vecchia vasca ornamentale che si intravede è rimasta ancora oggi,inserita in un bel giardino pubblico con dei ficus quasi secolari.




Un riferimento caratteristico del paese,un picco rocchioso a strapiombo su un mare di smeraldo circondato da una spiaggia da favola .
E' Capo San Giovanni,attreraversato dalla ferrovia,in galleria e dalla statale 106 che in questo punto era molto pericolosa per una curva strettissima,a gomito.Finalmente ora anche la strada è in galleria e questo tratto è stato trasformato in una piacevole passegiata.In cima c'è un piccolo santuario dedicato alla Madonna del mare.Maria Stella Maris.Nel mese di agosto c'è la festa,il simulacro viene portato in processione per il paese e al ritorno,sulle barche addobate a festa con le luci che,è già notte,rendono tutto fantasico.
Il paese ha una università della terza età,un museo di tradizioni contadine,una biblioteca,scuole medie e superioti,un teatro,ospitato presso i salesiani che,assieme alle suore sono un'istituzione da sempre.
Ogni estate,durante il mese di agosto,complice la presenza di tanti Bovesi che rientrano per le vacanze,si svolge il festival di "Poesia in piazza"Vengono lette poesie,presentati libri che attraverso delle gare fra i presenti vengono poi distribuiti,come premi .
Di recente,vicino al torrente San Pasquale,durante gli scavi per l'ampliamento della della statale 106,è stato scoperto un importante sito archeologico.si è rilevata la presenza di una Sinagoga,la più antica in Italia,dopo quella di Ostia.
Ma questa sarà un'altra storia.
una storia antica,dove i nostri nonni parlavanno ancora il greco,grecanico,come dicono oggi.Da anni si sta lavorando per salvare questa lingua,anche di questo avrò occasione di parlare.



Questo è Capo San Giovanni,con la passegiata illuminata e dove campeggia illuminato da un sistema di lampadine, il nome,in greco,del paese:Jalò tu Vua (marina di Bova)

Benvenuti a Bova Marina!

34 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Bellissima complimenti
Buona domenica
Maurizio

il monticiano ha detto...

Da come descrivi il tuo "Bel Paese" si capisce l'amore che nutri per un luogo così incantevole.
Mi hai consentito anche di sapere cos'è il BERGAMOTTO e i suoi "mille" usi: in gastronomia, in medicina, in
profumeria.
Ne avevo soltanto sentito parlare ma mi sono divertito ad andare ad informarmi sia sulle sue origini sia sulle sue proprietà.

Domus ha detto...

E' mio tutto ciò che amo. Questo detto potrebbe valere anche per te. E' pur vero che tu ami tanti siti diversi. Quindi, sei cittadina d'Italia (O sei vuoi dell'Europa o del Mondo)o se cittadina del tuo luogo natio? Inoltre, forse in modo provocatorio, ti chiedo, perchè questi paesini bellissimi dal punto di vista paesaggistico sono sconosciuti dal punto di vista turistico? Un forte abbraccio. Domus

Max ha detto...

Quando possiamo facciamo un giro è molto bello il borgo e molto piacevole trascorrere qualche oretta godendo di molte meraviglie... Buona giornata!!! Grazie.

Paola ha detto...

Grazieeeeeeee... che bella accoglienza!!!
E' proprio vero l'Italia è davvero maestosa... anche nel più piccolo borgo dove ricordi e tradizioni si tramandano di generazione in generazione...
E grazie a te Chicchina entriamo ancora più nel dettaglio in notizie forse non molto conosciute a tutti... :-)))
Ti abbraccio affettuosamente lasciando una buona domenica... baciotti!!!

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Bellissime immagini ed un invito per visiatre i miolti borghi.Salutoni a presto

chicchina ha detto...

Grazie Maurizio,buon primo maggio pure a te.Ciao

chicchina ha detto...

Grazie Aldo,amo il mio paesello,lo confesso,ma sono anche critica perchè quello che abbiamo è solo dono della natura,non ci abbiamo messo molto di nostro per fare un passo in più,per valorizzare4 i talenti,come dice il Vangelo.
La curiosità è la strada per la conoscenza,viva la curiosità,quindi,anche nelle piccole cose.Ce lo insegni anche tu,con i tuoi post.
Ciao.

chicchina ha detto...

Domus,credo di essere cittadina d'Italia,non voglio esagerare...
ma amo il luogo dove sono nata.Bella domanda,e per niente provocatoria:me la sono posta anch'io,già nei primi anni 60,non ho trovato risposta,mi sarebbe bastato il lavoro come risposta,e sono andata via.
Ora nutro.. amorosi sensi,ma sempre da lontano,perchè poco è cambiato e forse essendo andati via,in tantissimi,e insieme,abbiamo contribuito ad un impoverimento di idee oltre che di risorse.
Ciao,Domus e grazie per il commento.

chicchina ha detto...

Ci sono tanti posti vicini,e meritevoli della nostra attenzione.Con la bella stagione è la gita fuori porta,e sempre con qualche gradevole sorpresa.Ciao.

chicchina ha detto...

Buona domenica pure a te,Paola.E' vero,basta avere un po di tempo e passione e di posti belli ne troviamo per fortuna ovunque,in questa nostra Italia,"si' bella e perduta".
Ora che giro di meno,organizzo gli itinerari della memoria ...
Ciao ed un abbraccio.

chicchina ha detto...

E' tempo di gite e giterelle,con la primavera alle porte,ne approfittiamo,anche solo virtualmente.Ciao e buon primo maggio.

Francy274 ha detto...

Quanti bellissimi paeselli conosco simili a Bova, divisi fra l'altura e la marina, qui in Calabria.
Come ben descrivi sono ricchi di mistero antico, ma ahimè nulla si è fatto per valorizzarne al meglio
la naturale bellezza.
Se gli abitanti di questa splendida penisola, avessero tanto cervello per quante ricchezze naturali possiede sarebbe l'Eden.

SanVitoCH ha detto...

Complimenti per averci fatto respirare un po' di aria marina con questa piacevole e sentita descrizione.

chicchina ha detto...

Francesca,mi faccio le stesse domande,da una vita:perhè un km di spiaggia e uno scoglio fanno di qualsiasi altro luogo una macchina che produce benessere e ricchezza e da noi restano una spiaggia e uno scoglio?Forse ci saranno le nuove generazioni che riscatteranno tutto questo?lo spero.
Buona settimana.

chicchina ha detto...

Grazie,Sanvito,ho voluto rendere un poi di giustizia al mio paese che ho lasciato da tempo:incomprenzioni.
Ciao

Paola ha detto...

Quanto amore ci hai messo in questo post!!!! e si sente tutto...... grazie di avercelo mostrato. Un abbraccio e grazie della visita.. a presto

giardigno65 ha detto...

è bellissimo

chicchina ha detto...

Ciao,Paola,ogni tanto un po di nostalgia per un paese,il mio,che non vivo direttamente,ma al quale sono rimasta affezionata,come luogo del cuore o del ritorno.
Un caro saluto.

chicchina ha detto...

Ciao,Anto9nio e grazie.Faccio un po di PR sperando di interessare qualche turista..

rosy ha detto...

Ho ascoltato questo post che è una poesia.
Ci hai regalato una perla, cara chicchina.
L'amore che si prova per il nostro paese ci resta dentro per sempre.
Le nostre prime strade, dove abbiamo imparato a camminare, dove abbiamo giocato e ci siamo sentiti protetti e dove crescendo abbiamo scoperta la nostra identità la quale ci fa sentire parte integrante della nostra comunità, della nostra gente.
Il nostro paese ci da quel senso di sicurezza, che da l'appartenenza, nel senso più buono della parola.
Grazie per averci guidato tra le strade del tuo paese che è bellissimo! Grazie di questo post.

Un bacione chicchina ciao

DIANA. BRUNA ha detto...

Buongiorno Chicchina,
che bella pagina hai scritto del tuo paese, che abbiamo conosciuto attraverso le tue "amorose" parole.
Quanti luoghi meravigliosi di questa nostra Italia, rimangono a noi sconosciuti e che potremmo visitare...senza andare a passare le vacanze ...alle Baleari o in Tanzania!!!
Bene hai fatto a parlarne perchè il tuo paese è bello e tutto da scoprire sia per le bellezze naturali che per le sue belle tradizioni...
Si sente quanto lo ami e lo si comprende dalle tue parole così piene di nostalgia.
E' vero...."un paese vuol dire non essere soli, aver degli amici del vino un caffe...io vengo dalla città e...."
Ciao carissima, un abbraccio forte
Bruna

nina ha detto...

cara Chicchina, appena tornata da Jalò tu Vua, ti leggo: come sempre Bova mi piace di più da lontano. Attraverso le tue descrizioni e le suggestive fografie che le sottolineano, ritrovo quel gioiello di paese che anch'io ho nel cuore e che porto sempre con me...
un abbraccio
Nina

riri ha detto...

Un post che sa d'incanto,per il bel paesello che descrivi con amore ed ammirazione..sono approdata leggendoti sempre da Rosy, buona giornata:-)

chicchina ha detto...

Rosy,allora dici che sono una buona guida?.Forse ho enfatizzato un po con i ricordi e le foto belle,so che ci sono anche lati meno entusiasmanti,ma almeno nei ricordi ho salvato il meglio.Saluto anche te con affetto.

chicchina ha detto...

Bruna,belli i versi di chiusura,un vecchio refren che dovremmo ricordare ogni tanto per darci una misura più..umana nella vita di ogni giorno.
E' vero,ho nostalgia e quasi un senso di colpa per un paese che ho dovuto abbandonare presto e dal quale avrei preteso tante cose positive,che non ci sono state,non tutte,almeno.Trovo però la genuinità della gente,quando ci torno, una vita tranquilla, e per fortuna una sana volontà di fare qualcosa di positivo.
Un abbraccio, cara amica.

chicchina ha detto...

Nina cara,i ricordi sfumano le asperità del reale e rendono tutto con toni più morbidi.
Forse è anche per questo che guardo un po più da lontano,sempre combattuta,lo sai,anche dal desiderio di una immersione piena fra le persone amiche,e le strade familiari,appena posso.
Bellissimo il video che hai postato,una immagine spontanea,estemporanea e quasi ingenua di storie che io,con qualche anno in più ,ricordo più corpose.Bello ritrovarsi.
Ciao

chicchina ha detto...

Ciao,Riri,è un piacere averti benvenuta mia ospite.Ci incontriamo spesso in casa di amici e apprezzo,nei tuoi commenti la tia ver4ve e simpatia.
E' un piccolopaese,il mio,e cerco di farlo diventare un po più grande,almeno con l'immaginazione.Lo amo,confesso..
Buoni giorni anche a te e grazie.

achab ha detto...

Ciao Chicchina,mi piace il tuo post,e anche le foto sono belle,in tutto questo c'è molto amore per la tua terra.
Buona serata.

chicchina ha detto...

Grazie Achab,il paese dove si nasce,è come il primo bacio,non si scorda mai,anche se passano gli anni e ci vivi lontano,anzi forse per questo è più caro.

rosy ha detto...

Rose e baci da una Madre a una Madre.
Rose e baci Auguri!

chicchina ha detto...

Grazie Rosy,ricambio e dedico anche a te i fiori del mio post di oggi.

Pino ha detto...

Che nostalgia!!! Ho trascorso le estati della mia adolescenza a Bova Marina. Sono stato veramente bene, spero di tornare presto!!!
:-)

chicchina ha detto...

Ciao,Pino,felice di aver suscitato buoni ricordi.Io ci sono molto legata anche se vivo altrove da tantissimi anni.Ci torno quando posso.
Giro spesso per il tuo sito che trovo completo e bello da leggere perchè aiuta anche a riflettere.
YUn cordiale saluto e spero di averti ancora fra i miei commentatori-amici.