mercoledì 24 luglio 2013

24 LUGLIO


E' solo una data,nel calendario che scandisce i nostri giorni,qualche volta velocemente,altre con esasperante lentezza,sempre dalla nostra personale visione del tempo.
Ma è anche il giorno che il calendario 'cristiano' dedica a Santa Cristina,e per me un giorno speciale.
Cristina si chiamava mia nonna paterna: non sentivo una particolare tenerezza nei suoi confronti,era molto autoritaria,per me,molto severa,ricordo di averla vista sorridere poche volte,ridere di gusto quasi mai. Forse perchè l'ho conosciuta che aveva già una certa età e alle spalle una famiglia di dieci persone,in tempi difficili,con la guerra che ha preteso almeno tre dei suoi figli da mandare a sconfiggere nemici che non erano certo i suoi,e trattenuti due per molti anni,in campi di prigionia di terre lontane.
Fervente cattolica e credente,ha fatto un patto con la Madonna , Madre come lei,come lei ferita dal dolore per un Figlio:se i figli fossero tornati incolumi,almeno nel corpo,perche le ferite dell'anima rimangono per sempre,se fossero tornati,lei avrebbe indossato, per il resto dei suoi anni,le vesti nere, bordate di bianco, che la iconografia dell'Addolorata ci rimanda.
E' così che io me la ricordo.
So che era generosa,laboriosa ed una buona madre,ma molto riservata e parca nel manifestare i suoi sentimenti.
Con otto figli era normale che ci fossero molte nipoti con il suo nome,come tradizione voleva.
Così oggi nella parentela più stretta ci sono molte Maria Cristina:le due maggiori
sono chiamate da sempre “Chicca”.Una delle due è mia sorella.
Con gli anni che passano,anche le asperità del mio carattere si sono ammorbidite, e così mi sto attaccando sempre con più affetto a questa sorella maggiore,per me anche confidente e che va prendendo il posto di mia madre,anche nei confronti dei fratelli,più giovani.
Auguri,Chicca, con questa foto che ti ricorderà certo qualcosa.



Auguri a te,alla nostra cugina Chicca,(la capostipite)ed alle altre cugine,Maria Maria Cristina,comunque si facciano chiamare.
Auguri anche alla mia Cristina bolognese ed a tutte le Cristina della blogostera


10 commenti:

il monticiano ha detto...

Nonna Cristina, una donna d'altri tempi ma sempre da amare e da ammirare per aver accudito la numerosa prole.
Sarà perché appartengo alla quarta età ma donne così non so se ci sono in giro.
Un caro saluto,
aldo.

Nella Crosiglia ha detto...

Mi unisco anch'io mia cara Chicchina a far gli auguri a tutte le Cristine della blogosfera, alle conosciute e sconosciute , alle tue sorelle, cugine , nonne , a questa bella signora con la veste bianca e nera che mi sembra di vedere senza conoscerla come in un quadro...
Romantico post, mi piace molto...
Un abbraccio stretto!

nina ha detto...

Il tuo tocco delicato che va dritto al cuore...
Cara Chicchina, sono felice di leggere questa bella pagina che mi fa andare col pensiero a ricordi lontani. Per me era ancora più misteriosa nonna Cristina, che ho frequentato davvero pochissimo. Eppure me la ricordo abbastanza bene, forse sollecitata dai racconti e dall'epopea familiare.
Della Cristina tua sorella dico solo che è una delle persone più dolci e buone che abbia mai conosciuto. Della mia, penso che col suo piglio autoritario ha preso abbastanza dalla nonna, ma noi la amiamo tanto perché al contempo ha un cuore grande come il mondo.
Auguri allora a tutte le Cristine!

chicchina ha detto...

Ce ne sono poche,hai ragione Aldo.
Sarà che con due figli i genitori moderni vanno in tilt,e non sanno da dove cominciare.
Ho un bel ricordo dei nonni,e ne sono felice.
un abbraccio e a risentirci.

chicchina ha detto...

Riferii i tuoi auguri,Nella.posterò prima o poi la foto della nonna con il suo austero vestito,d'altri tempi.
Ero legata ai miei nonni e mi piace ricordarli,ala mia maniera.Ciao

chicchina ha detto...

I nostri racconti hanno la capacità di ravvivare i ricordi del nostro passato.E' un modo per restare legati,anche fra di noi.
Hai ragione,le nostre sorelle,in modo diverso hanno un grande cuore e sono generose.A volte sembra debbano loro portare il peso delle tradizioni e della unità della famiglia,anche se siamo tutti adulti.Ciao Nina

rosy ha detto...

Nina ha ragione, le tue parole vanno dritte al cuore, per la loro delicatezza.

Inoltre, conoscendo la tua voce garbata e delicata, quando ti leggo cerco nelle parole che scrivi il tuo garbato modo e li leggo con molta calma.

Tanti auguri a tutte le Cristine e un fiore alla memoria della tua nonna.

Notte serena

bussola ha detto...

nella mia famiglia non c'è nessuna Cristina... ma ci sono molte Adele... famiglia che vai Santo che trovi....
Bella la descrizione di tua nonna... donna di altri tempi

chicchina ha detto...

Rosy,mi fai arrossire,ma col caldo che ci brucia,posso nascondere bene.
Ti ringrazio di cuore,cara amica,tante cose accomunano il nostro sentire,per questo ci capiamo spesso anche senza parole.Un caldo abbraccio e,se sopravvivo alla graticola,a presto.

chicchina ha detto...

ti ringrazio,Bussola,per il passaggio.E' vero ogni famiglia ha le sue tradizioni da rispettare così i nomi ripetuti abbondano.un abbraccio sincero.