domenica 29 marzo 2015

NON VEDO ANCORA LA PRIMAVERA,MA OGGI E' LA DOMENICA DELLE PALME

Di primavera non se ne parla ancora,e neanche di mettere il naso fuori,per me:l'influenza va e viene con ricadute peggiori che all'inizio.
Mi scuso per la mia non presenza sui vostri blog,recupererò,spero.
Intanto siamo alla Domenica delle palme.
Parlerò di una secolare tradizione,ripresa in questi ultimi decenni,nel piccolo comune di Bova.
E' un comune in provincia di Reggio Calabria,origine greca,inserito nell'area grecanica della provincia.E' fra i borghi più belli d'Italia e quest'anno insignito anche della bandiera arancione,assieme a Gerace,da parte del T.C.I.
Il paese di Bova-in grecanico Chora tu vua

Il rito delle Palme,o delle Pupazze,riferito alle figure femminili,ha origine pagane e si rifà al rito della primavera e alle Persefoni.
Tavoletta votiva-da Locri Epizefiri:

Diventa rito cristiano,con poche varianti dall'originale.
In paese si prepara il lavoro,assemblando stecche e bastoni di canne che costituiranno la struttura portante.

Un'idea della struttura interna del manichino

Si intrecciano poi le foglie di ulivo su stecchi di palma fino a coprire la struttura che prende forma,sotto le abili mani sapienti di donne e uomini.



Il manichino, una volta rivestito,verrà addobbato con nastri,frutta di stagione,primizie della terra,fiori.



Un tripudio di colori,vari formati,da piccolissimi da portare quasi un fascio di fiori fino a strutture molto più grandi,da spostare con cura.

Durante la messa avviene la benedizione di queste Palme particolari che, portate in processione fino alla piazza principale,cessano la loro breve vita:tutti i presenti preleveranno i rami intrecciati,gli addobbi,fino a quando resterà solo lo scheletro centrale.Nella tradizione popolare si pensa che porti bene conservare l'ulivo e le palme benedette in casa.
Molti contadini portano qualche rametto da appendere agli alberi della propria terra.

Buona domenica delle Palme,un momento di rinnovamento e di speranza.

31 commenti:

il monticiano ha detto...

Benedetta primavera ma quando ti decidi ad arrivare? Ne sa qualcosa Chicchina e ne so qualcosa anch'io. Tu, benedetta primavera dirai che è colpa della nostra età e va bene, sarà anche così, però vedi di sbrigarti a tornare come facevi tanto tempo fa.
Salutoni,
aldo.

ps.bello e interessante il tuo post.

Paolo ha detto...

Ogni volta che mi porti attraverso le tradizioni del nostro territorio io mi perdo, tra secoli di storia e fantastico. Grazie davvero.
In ritardo buona domenica delle Palme e ti auguro una settimana di pace e speranza in avvicinamento alla S. Pasqua
Paolo

andrea paccagnini ha detto...

Buon lunedì di pioggia fina fina qui e freddo. Montagna fra Pistoia e Bologna.La mia borgatab è Aiale e 1000metri. Da noi si sventolano rami di olivo importati dalla piana. Ognuno sventola in festa il verde più prezioso, così gli etruschi miei avi rami di leccio e di vischio.

chicchina ha detto...

Aldo,dobbiamo solo aspettare.Oggi c'è un sole piacevole,ma ancora da dietro i vetri..
Ti auguro una clemente settimana nell'attesa della Pasqua.


chicchina ha detto...

Abbiamo un territorio ricchissimo di storia e consolidate tradizioni,ci aggiungo la mia eterna curiosità,e mi perdo anch'io. Grazie Paolo e buon cammino anche a te verso la S.Pasqua.

chicchina ha detto...

Ciao,Andrea,io sono sul mare,Giarre,lontana Sicilia e oggi c'è un sole tiepido.Tradizioni diverse,ma attingiamo comunque dalla natura,e da ciò che di prezioso ci offre.Una buona settimana.

Lina-solopoesie ha detto...

Cara Chicchina .
La Pasqua porta sempre la pace . Speriamo che anche questa volta porti serenità nei cuori di ogni famiglia, e che ci avvolga in un caldo abbraccio fatto di Pace e Amore!Buona Pasqua a te e famiglia . Lina

Giò ha detto...

Beh, intanto una Buona Pasqua a te a corredo delle splendide immagini che ci hai regalato! E da domani sarò anch'io nella mia amata Sicilia, finalmente, per risciaccquare i panni nelle acque (talora intemperanti e di recente assai luttuose) del Mar d'Africa. Bun tutto!

Sciarada ha detto...

Amo tanto le tradizioni che si trasmettono di padre in figlio creando un filo d'unione tra il passato e il presente; molto bella questa delle Pupazze di Bova. Serena Pasqua carissima Chicchina, a te e famiglia, un bacio !

chicchina ha detto...

Cara Lina,ricambio l'abbraccio e spero davvero tutto il bene possibile,per tutti quanti.C'é bisogno di serenità e Pace.Ciao.

chicchina ha detto...

Giò,è comunque il nostro mare,e fa bene, quando è possibile rifarci gli occhi con tanta bellezza.Ti auguro di fare buona riserva di sole,di sapori,e di colori.E' una stagione magica,meglio approfittare.Ottime cose pure per te.Ciao

chicchina ha detto...

Sciarada,grazie di tutto.Quando posso,mi piace fare da ponte fra passato e futuro.Serenità anche per te e i tuoi cari.Ciao.

Gianna Ferri ha detto...

Nei paesi si rivivono e si tramandano tradizioni...ciò che non accade nelle città, purtroppo.

Buona Pasqua, Chicchina.

chicchina ha detto...

Il bello di essere paese,anche se ci sono aspetti non sempre positivi.Un abbraccio e auguri per te ed i tuoi cari.

Nella Crosiglia ha detto...

Molto interessante tutta la spiegazione a questa caratteristica tradizione..
Come sempre solitaria nel mio eremo rifuggo queste feste essendo conscia di non farmi del bene..ma passerà!!!
ti stringo forte con tanti ovetti pasquali!

MikiMoz ha detto...

Usanza molto molto particolare e bella.
Si vede lontano un miglio che non ha nulla di cristiano... la primavera vince su tutto.
Non conoscevo questo culto, grazie!**

Moz-

chicchina ha detto...

Ci faremo compagnia a distanza cara Nella,anch'io sola,con tanti ovetti e il piacere di sapere che ci siete,in tanti,anche solo per un piacevole saluto.Abbracci cioccolatosi.

chicchina ha detto...

Come vedi,c'è sempre un prima,anche in questi casi.Da un po mi sto appassionando a questo aspetto della religiosità,in senso lato.Vedrò cosa troverò ancora.Evviva la primavera!

Rosaria ha detto...

Buona Pasqua cara Chicchina a te e famiglia.

Le tradizioni vanno rispettate.

Un abbraccio!


chicchina ha detto...

Ciao Rosaria e serena Pasqua anche a tutti voi.

stefania ha detto...

carissima, un abbraccio forte-forte!

riccardo ha detto...

Buona Pasqua anche se in ritardissimo!
Quanto alla tradizione che ricordi, ho pensato: come sono intrecciate le nostre storie, i nostri riti, le nostre culture...
Il cristianesimo si è in effetti avvalso di "strati", tanti e preesistenti, che potrebbero sembrare anticristiani ma che non lo sono.
La ricerca del sacro sfugge a riti o a tempi particolari e quando è condotta dagli uomini e dalle donne nel rispetto dei loro simili, è sempre affascinante, misteriosa... filosofica nel senso meno nozionistico (e quindi migliore) del termine.
Un caro saluto!

andrea paccagnini ha detto...

buona sera di aprile, calda e velata in rosso all'orizzonte.
Qui è scoppiata la primavera e i giardini come le siepi e le ripe sono tutto un fiore. La faggeta da ieri sta aprendo le grandi gemme e mostra le prime foglie di un verde tenue. Giornate piene per Andrea il montanaro

chicchina ha detto...

Ricambio,Stefania,con stima e simpatia.

chicchina ha detto...

Sacro e profano,paganesimo e cristianesimo,sempre a contatto,in particolare quando si parla di tradizioni e riti che riguardano la terra le origini la cultura contadina.Il rispetto per altre culture,e culti,è indispensabile,per creare ponti,per comunicare,nella pace,con altri popoli.Grazie Riccardo,e scusa se rispondo solo ora,mi sono concessa una breve fuga altrove...

chicchina ha detto...

Finalmente è arrivata anche qui-di solito è più precoce-Immagino le tue giornate,adesso,Andrea,ma a sera la soddisfazione premia.Un saluto ancora primaverile.

Pierpaolo ha detto...

Ciao Chicchina. Per certi versi, e il tuo post ne è un esempio, è sempre bello rimanere legati al passato e alle tradizioni.
Ti chiedo scusa se sono un po' fuori tempo e argomento, ma passavo dal tuo blog e ne approfitto per dedicarti un pensiero.
A presto

chicchina ha detto...

Non si è mai in ritardo,per un gradevole commento,un saluto.E' vero,sono legata molto al passato,alle tradizioni ,alla mia terra,ma è anche giusto guardare avanti,in particolare per chi è più giovane.Alla mia età cerco di fare da ponte.Ciao.

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
TonyM ha detto...

Ed ora sembra Estate
Buona vita
Tony

chicchina ha detto...

Decisamente,ci stiamo arrivando,la natura riprende i suoi ritmi.Grazie Tony per la tua presenza qui.Buona vita anche a te.