Post in evidenza

giovedì 19 marzo 2015

UN ALTRO ANNO,UN ALTRO GIORNO..

Non volevo scriverne,non volevo parlarne,ma la telefonata dei ragazzi,mi piace considerarli ancora dei ragazzi,mi ha confuso le idee,ha mischiato,ancora una volta ricordi,nostalgie,sentimenti,riflessioni.

Sul post di un amico ho letto di una donna,avanti con gli anni,che "rammendava i ricordi".Bella immagine.
Cerco di farlo anch'io,alla mia maniera, ricostruendo un puzzle, incompleto, con piccoli ritagli di vita,ingenui biglietti e letterine di auguri,un biglietto di teatro,di una visita al museo,di un viaggio....

Piccole cose materiali che restano,quando la vita, che non ha scadenze prevedibili,lascia il posto al vuoto:un attimo basta.
Così c'è un prima fatto di semplici cose,di giorni sereni,alternati a giorni più scuri,di risate di pianto,di figli da far crescere,di figli che si ribellano,che cercano i loro spazi che fanno le loro scelte,anche se poi si decideva insieme.
E c'è un dopo,un dopo fatto di vuoti,di assordanti silenzi,di qualche preoccupazione,di paure,qualche volta.C'è un dopo,vissuto nell'attesa di telefonate,messaggi,collegamenti che
la moderna tecnologia ci regala,e che aiutano a dare ancora uno scopo ai giorni che verranno: perché la vita reclama comunque le sue priorità.
E mi piace immaginare cosa avrei regalato questa volta,per sorprenderti,cosa avrei scritto per rendere più stuzzicante la sorpresa....

18 commenti:

il monticiano ha detto...

Un grosso regalo già l'hai fatto ai tuoi ragazzi, avere una madre come te. Non ce ne sono molte in giro.
Un caro saluto,
aldo.

Paolo ha detto...

Concordo appieno con Aldo: una vera madre con grandi ricordi da "rammendare" !!** e molti altri che saranno un futuro prossimo di un altro anno, di un altro giorno che ci racconterai, perchè questo è il bello dell'Amicizia e della Vita: vivere di noi e degli altri.
Felice giornata !!**
Un abbraccio
Paolo

Rosaria ha detto...

Cara Chicchina, le parole non ti sarebbero mancate, per accompagnare il tuo regalo.
Credo di aver capito..a chi è destinato il pacco privo di messaggio.
(Spero di aver capito bene)
Ma il messaggio più bello l'hai scritto con questo post, nel quale hai abbracciato tutti i tuoi cari!
(compresi noi amiche e amici tecnologici)

La tecnologia riempe molte volte i silenzi, accostandoci alle persone lontano che amiamo. Hai detto bene!
Sempre grazie a lei diamo voce, spazio e luce ai nostri "rammendi",
colorandoli con frammenti di vita vissuta.

Ti abbraccio!

Buona primavera!

stefania ha detto...

Hai davvero un animo dolce e delicato! Che bella che sei...

Sciarada ha detto...

Si Chicchina, bella immagine; se esiste qualcosa da rammendare vuol dire che la si è vissuta con pienezza ed intensità e non tutti hanno la fortuna di poterlo fare, quindi godiamoci in nostri meravigliosi rammendi, un abbraccio e un bacio per te !

chicchina ha detto...

Aldo caro,è solo che le tantissime mamme più brave di me non..si espongono.Grazie ed un abbraccio.

chicchina ha detto...

Paolo,imparo tante cose belle sull'amicizia e sulla vita,anche frequentando persone sensibili e sagge in questo mondo che poi non è tanto virtuale come crediamo.Dietro ogni parola,ogni post ci siamo tutti noi,persone,con le nostre sensibilità,le nostre manie,i nostri pregi e difetti.Grazie.

chicchina ha detto...

Cara Rosaria,ci conosciamo da tanto e ci capiamo perfettamente, oltre le parole.Sei sempre generosa con me,ma confesso che accetto volentieri.Una serena Primavera anche a te,sperando che arrivi davvero..

chicchina ha detto...

Ma grazie,Stefania,mi fai confondere.Un abbraccio.

chicchina ha detto...

Dolce Sciarada,sto imparando ad apprezzare gli anni che passano,perchè nonostante i momenti tristi, che ci sono sempre e per tutti,lasciano comunque una ricchezza infinita di preziosi ricordi.
Ti abbraccio anch'io.

andrea paccagnini ha detto...

aprire il tuo blog una boccata di primavera. Quel cappellini con ciuffo di fiori.
Il leggerti con leggerezza porta via veloce e poi l'incertezza di mamma per i figli e il dono azzeccato.
Sono un romantico e mai mi hanno regalato un fiore all'infuri della nipotina. Medita....

Costantino ha detto...

I ricordi sono racchiusi in uno scrigno, ne parliamo, li evochiamo,lambendoli con le nostre parole, ma la parte più profonda non la togliamo mai dallo scrigno

chicchina ha detto...

Per fortuna ci sono le nipotine..
C'è un po di nostalgia,ma non mi lamento: penso che abbiamo fatto il possibile per una famiglia unita e per dei ragazzi che sono cresciuti con buoni principi e sentimenti.Ciao Andrea.

chicchina ha detto...

Già,teniamo sempre qualcosa solo per noi,e vi ci rifuggiamo nei momenti di bisogno ..Grazie Costantino.

Nou ha detto...

Sei una bellissima persona e penso che hai la capacità di capire in profondità chi ti è vicino con grande sensibilità e intelligenza. Anche me/noi amici virtuali. I ricordi sono una parte importante della nostra vita, un sostegno irrinunciabile.
Un abbraccio
Nou

chicchina ha detto...

Ti ringrazio,Nou,per il commento che mi gratifica davvero,se questa è l'impressione che comunico a chi legge.I ricordi,belli o meno,fanno parte della vita ,quanto a voi amici blogger,fate parte della mia vita e non faccio differenza fra virtuali o reali,sono fili sottili e invisibili che legano le persone,per il loro sentire.certe condivisioni,la simpatia....

Pierpaolo ha detto...

Un post intriso d'affetti e forse anche di nostalgia, velata ma non troppo, segno di dolci ricordi che sono stati il sale della tua vita. Augurandoti che possano esserci tante altre belle sorprese dietro l'angolo, ti mando un affettuoso abbraccio...

chicchina ha detto...

Grazie Pierpaolo,mi scuso,se rispondo solo adesso.mali di stagione mi tengono lontana dal pc..
Non dispero di collezionare ancora dei buoni momenti,perchè vivere è anche speranza di nuovo con cose belle e altre meno.Ciao e a presto.