venerdì 14 agosto 2015

A META' DELL'ULTIMO TRAGUARDO,FORSE.


Oggi è il mio compleanno. Perchè lo racconto qui? Non è un avvenimento,da vip, ma voglio fare e condividere con gli amici un po di bilanci,tanto per raccontarmi un poco.
Ho idealmente diviso in tre parti le tappe della mia vita:tappe di trent'anni.
Le prime due,ormai sono archiviate.
La terza tappa mi dovrebbe portare ai 90,ed oggi sono esattamente alla metà della..meta,anche se non pongo limiti e non ho certezze sulle scadenze.
Sono nata in casa,all'alba del 14 agosto,immagino che qualche grillo cantasse ancora,il caldo confondeva la notte con il giorno,e presto si sarebbero fatte sentire anche le cicale: la natura mi ha accolta con la sua eterna musica ed i miei genitori con infinito amore.
Inizio così la prima tappa di vita.
Considero quegli anni come la fase della conoscenza,dei contatti col mondo,della formazione e maturazione di una mia coscienza civile.Un percorso scolastico regolarissimo.

La mia classe-III media
Ho cambiato casa,più volte,anche paese e regione.Ho lasciato vecchi amici e fatti di nuovi,ma alcuni restano nel cuore da sempre e per sempre. Ho concluso il ciclo scolastico con un diploma,ho lavorato,utilizzando l'esperienza fatta a scuola.La scuola non ci dava tutto,ma ci metteva in condizioni di cercare,approfondire,crescere.Sempre che ne avessimo voglia.
Mi sono bene integrata in ogni nuova realtà,anche quando non era scontato,forse perchè avevo sempre il supporto di una famiglia davvero speciale.
In questi primi trent'anni ho viaggiato molto,utilizzando ogni giornata di libertà dal lavoro.Ho vissuto anni di fervore creativo,di voglia di nuovo,dal teatro al cabaret,alla musica in una città grande e accogliente ,e che continuava a stupirmi.
Intanto ho visto crescere i miei fratelli,li ho visti sognare e lavorare con impegno,per realizzare questi sogni.Ho visto morire i miei nonni,che adoravo,ma anche mio padre che ci ha lasciati a soli 50 anni.
Mi sono innamorata,come tutti ,ho smesso.
Ma poi è successo,ancora,e questa volta è stata la ..svolta.
Ha inizio da qui la seconda tappa.
Innamoramento fulmineo,nuova vita,nuova emigrazione,nuovi amici,nuovo adattamento a realtà,usi e costumi diversi,altri traslochi,troppi in poco tempo.


La mia nuova famiglia:due figli,maschi,cresciuti e seguiti senza problemi,anche durante gli anni di scuola.I loro compleanni,i loro capricci...


Un nuovo lavoro,questa volta autonomo,portato avanti anche con l'aiuto del resto della famiglia.Meno viaggi,amici che si perdono,poca disponibilità di tempo,perchè se lavori in proprio non hai orari e tempo libero.
Per non restare..soffocati dal lavoro,e del tutto isolati abbiamo creato ,mai il termine fu più appropriato,una via di fuga con una casetta in montagna,non troppo lontana da casa,e ci rifugiavamo anche per poche ore e la domenica.
Per me il lavoro era doppio,ma abbiamo visto crescere i nostri bambini a contatto con la natura,in compagnia dei loro amici,man mano che diventavano più grandi.
La nostalgia di serate passate a leggere per loro favole e storie,sotto un cielo di stelle,o accanto al caminetto non ha prezzo...E quanti compleanni,in compagnia di amici,a quanti batticuori ho assistito quando i miei ragazzi crescevano...


la nostra "via di fuga"

Sono sempre rimasta legata alla mia famiglia di origine,seguo le nuove famiglie che si vanno formando,il loro lavoro,i nipoti che nascono .
Avevo contribuito,con una partecipazione quasi simbolica e di incoraggiamento, nella prima vita,a
far nascere una libreria:tentativo da illusi,per il tempo e la zona.Così ci dicevano.Invece la..testa dura di noi calabresi ha avuto la meglio.L'attività sta per tagliare il traguardo dei 50 anni ed io mi sento un po partecipe.
E' la maturità:è raccoglier i frutti sperati,dalla vita,realizzare sogni non impossibili ma qualche volta difficili,sentire che la vita segue un suo corso naturale,più o meno
accidentato ma gratificante,camminando insieme.
Le nostre famiglie sono cresciute,figli,diplomi,lauree,nozze,figli dei figli,e la vita che continua.
Cosi' mi sono trovata a chiudere anche la seconda fase,a sessant'anni: i figli ormai hanno la loro vita,lavorano lontano da casa,io concludo la mia attività lavorativa,vado in pensione,ma senza la paura di cosa fare del nuovo tempo.
E' la terza tappa,pensiamo un po di più a noi,qualche viaggio,imparo ad usare il computer,mi dedico a cento cose diverse,riprendo contatto con miche trascurate,con cose che avevo lasciato per anni in sospeso.Pochi anni di serenità poi la morte bussa alla porta,rimango sola ad affrontare nuovi bisogni,nuove alternative.
Sono qui ancora,a metà di questa tappa di avvicinamento alla meta.
Sono gli anni della riflessione,dei bilanci,della saggezza,per chi ha saputo fare tesoro dell'esperienza.
Ed io?
Una vita ricca di affetti,di nipoti,di pronipoti.
I compleanni più solitari,le giornate più lunghe,i sogni ancora tanti,ed i progetti che non finiscono mai.Mancano,volutamente, foto di questo periodo,forse per i prossimi anni..
E domani sarà un giorno nuovo,ed io continuo a sperare che qualcosa di bello possa accadere,possa cambiare il mondo.....

42 commenti:

Costantino ha detto...

Auguri di Buon Compleanno !
E di buon ferragosto ( qui pive, dopo un lungo periodo di caldo tropicale e siccità).

Farfalla Legger@ ha detto...

Un bellissimo racconto di vita che assomiglia in qualche tratto alla mia...Oggi è il giorno dopo ma io mi permetto ancora di farti tanti auguri... te li meriti davvero cara e, anche se dici che la meta si avvicina, io ti auguro di farne tanti altri di compleanni perchè ti voglio tenere compagnia in questo tempo che ci rimane, amica mia.
Baciobacio sempre per te.

andreapac ha detto...

auguri sinceri Chicchina.
Un racconto di vita avvincente e che sprizza soddisfazione tua nello scrivere e leggerezza a me nel leggerlo. Una vita ricca nel racconto ma ti auguro altrettanto ricca nei giorni ad avvenire. Chi sa qual'è il disegno di te nella mente della provvidenza ma scommetto grande di gioie e soddisfazioni. Le meriti
Buon ferragosto

il monticiano ha detto...

Mi sono commosso nel leggere questo tuo post carissima e so che gli auguri per il tuo compleanno ti fanno piacere. Ancora e di nuovo i miei più cari auguri.
aldo.

cristiana2011 ha detto...

Questo racconto mi ha commossa, così vero e sincero.
Tanti fatti che variano di vita in vita, ma, gira e rigira,sono gli stessi per ognuno di noi quelli che hanno contato e che contano.
Ti faccio i miei più sinceri Auguri!
Cristiana

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Ti ringrazio Costantino,ha piovuto anche qui oggi,forse avremo un po di tregua.Buon tutto.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Grazie Annamaria per il commento gradito e gli auguri,sempre accetti.Ho voluto raccontarmi perchè dopo tanti anni che ci frequentiamo è giusto conoscerci un po meglio,...senza trucchi e senza inganni.Non pongo limiti e farò del mio meglio per esserci,ancora a lungo.Un grande abbraccio.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Sei generoso,Andrea,e ti ringrazio:non mi lamento del percorso di vita,non ho trovato inciampi insuperabili:per il resto cerco di vivere al meglio ogni giorno,perchè il tempo che ci è dato è un dono che bisogna rispettare e custodire.Cari saluti

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Proprio commosso,Aldo?Un po ci conosciamo e giuro di aver detto solo la verità...Gli auguri li accetto sempre e ancora grazie.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Condivido,le tappe bene o male sono le stesse per tutti.A volte strade più tortuose,altre più facili e scorrevoli,ma bisogna percorrerle, per poter raccontare.Grazie per gli auguri e un abbraccio.

Nou ha detto...

Cara Chicchina, leggo solo ora. Auguri di cuore!
Come dice Cristiana le cose che contano sono molto simili per ognuno di noi. Mi piace la tua pacatezza nel racconto. Potrebbe sembrare che il percorso sia stato semplice, ma immagino quanta forza e determinazione siano stati necessari! Complimenti Chicchina! Le persone come te non invecchiano mai e per questo ti auguro ancora tanti di questi giorni!
Un abbraccio fortissimo :-)

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Ti ringrazio per gli auguri e per il generoso commento.Davvero,ci sono poche cose facili,nella vita di tutti noi,per il resto è sempre il modo e la caparbietà di affrontarle che le rende tali.E forse sono stata aiutata anche da un carattere sereno e positivo,anche nei momenti meno brillanti.Ricambio l'abbraccio,Nou.

Cettina G. ha detto...

Complimenti per una vita vissuta con pienezza e coinvolgente.
I miei più affettuosi auguri

leonardo B ha detto...

Scusami per il ritardo con cui ti faccio i miei più sinceri auguri.
Buon compleanno !!
Hai un'indiscussa proprietà di sentimenti nell'esternare le tappe della tua vita, saper scrivere BENE credo che sia virtù di pochi.

Ciao, una caro saluto !

Leonardo.

Nella Crosiglia ha detto...

Trovo questo post eccezionale Chicchina mia..un viaggio nella tua vita raccontato con tutta la dolcezza, l'amore e la realtà possibile. Perchè dentro c'è la vita malgrado le mancanze , quelle di una persona vera , che la vive ancora pienamente.
Quello che manca totalmente a me, quello che io ho abbandonato da poco tempo ma l'ho fatto. E' bastato una mancanza essenziale e io sono rinata diversa e non mi sono ancora ritrovata. Ma quando leggo post come questo , vorrei esserti tanto vicina e stringerti forte a me.
Buon compleanno in ritardo ma con tutto il cuore!

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Ciao,Cettina, io mi illudo almeno, che sia stato così,e confesso che ho vissuto,ma ho ancora bisogno di progettare di sognare,finchè è possibile.un abbraccio,con simpatia.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Leonardo,ti ringrazio per gli auguri ed il commento generoso.Scrivo le cose che vivo e che mi piacciono,spero con sincerità,più o meno bene non lo so...Anche tu esprimi il meglio con magnifici scatti,oltre che con le parole.A prsto

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Nella cara,cerco sempre di raccontare le cose come le vivo.Certi passaggi sono più difficili e dolorosi di altri,so che ci capiamo.La presenza dei miei ragazzi,anche se non sempre con me,mi ha aiutata,tu hai un lavoro che ti piace e che fai con dedizione,non è una compensazione,ovvio che non lo è,ma se dobbiamo vivere dobbiamo aggrapparci a qualcosa ,tenendo per noi ,solo per noi,sentimenti tristezza dolore senso di vuoto.Ti stringo forte anch'io,siamo tanto lontane ma anche così vicine,sorella amica.

Paola ha detto...

Mi sono imbattuta in un viaggio molto emozionante e sicuramente questo racconto rimarrà ben riposto nel cuore di tutti coloro che ne sono rimasti entusiasti :-)
Ciao Chicchina un abbraccione!!!

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Cara Paola,ho cercato di raccontare un po di me,spero con sincerità.Attraversiamo la vita in modo diverso e con diversi risultati,credo sia importante farlo seguendo il cuore.Un abbraccio ricambiato.

Giò ha detto...

Ti faccio i migliori auguri con grande ritardo, ma in vacanza i collegamenti alla rete sono per sempre complicati. Ma mi piace l'idea della libreria e, ancorché il tentativo non è andato a buon fine, chissà... nc'è sempre un sacco di tempo per pentirsi ma ne rimane così poco per i rimpianti! Buon tutto :-)

Rosaria ha detto...

Cara Chicchina, come ben sai è da tempo che non giro per blog.
Oggi ho desiderato visitare i blog delle amiche/
ci e mi trovo questo tuo stupendo post tutto da leggere.
L'ho letto piano piano, l'ho letto con la stessa passione e garbo con cui è stato scritto.

Mano mano che leggevo avevo l'impressione di ascoltare la tua garbata voce che raccontava..
Sentivo le tue emozioni e ascoltavo anche le parole che non hai detto.

Una vita ricca di emozioni, di cambiamenti e di affetti, che fanno da cornice alla tela delle tappe della tua vita. Una cornice che completerai con la terza, quarta e più tua vita.

Questo, è il mio più sincero Augurio per il tuo compleanno!

Ti abbraccio!



Antonella S. ha detto...

Un bellissimo racconto, le pagine di una vita vissuta con amore e quel po' di coraggio che ci deve sempre accompagnare. Una vita vera con gioie e dolori che avrà ancora molto da darti come tu avrai ancora molto da dare a chi ti sta accanto. Auguri e scusa il ritardo!
Antonella

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Giò,ancora in vacanza?grazie per gli auguri,sempre graditi,Anch'io con problemi di collegamento,ora risolti.Spero continuerai a scrivere per darmi il piacere di leggerti.
La libreria comunque è andata a buon fine...
Ciao.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Rosaria ogni tuo commento per me è un piacere,per tanti motivi che puoi immaginare..Come sempre sai leggere anche oltre le parole.mi sono un po raccontata,credo con molta sincerità.Per le prossime tappe....aspettiamo.Io mi trovo già in Calabria,ma sono riuscita a stabilire collegamenti,anche se poco stabili.A presto.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Ti ringrazio,Antonella,per tutto.Mi sto concedendo una piccola vacanza e solo ora ho potuto collegarmi.Passerò a leggerti,ho visto novità interessanti.Un cordiale saluto e a presto.

riccardo ha detto...

Intanto, scusami per il ritardo, ma ti prego d'accettare comunque i miei auguri! In famiglia abbiamo avuto vari... problemini di salute, ora per fortuna domati.
Ho apprezzato anch'io la tua "pacatezza", come ha detto Nou.
L'idea poi della libreria è straordinaria: soprattutto in terre come le nostre, nelle quali la lotta per il lavoro (e per la sopravvivenza!) fa sembrare la cultura un "lusso."
E' importante saper suddividere la propria vita in fasi: così si capiscono meglio il suo sviluppo, le contraddizioni, le gioie, i dubbi, i successi ed anche le disgrazie.
Una sola cosa, se posso permettermi: non pensare alla morte.
Sarà che ci penso molto anch'io, benché sia un po' più giovane di te (ma non molto), ma davvero la morte non deve rovinarci il gusto della vita.
Alla Nera Signora bisogna fare marameo. Dalle nostre parti, come sappiamo, in questo siamo degli assi!
Ma la serenità del tuo scritto mi ha fatto molto bene, sai?
Un caro saluto
Riccardo

il monticiano ha detto...

Un caro saluto,
aldo.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Mi scuso per il ritardo (ero in vacanza in quel periodo), ma voglio lasciarti lo stesso i miei auguri.
Saluti a presto.

UIFPW08 ha detto...

Distratto come sono.. auguri
Perdonami
Maurizio

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Ciao,Aldo,ricambio i saluti e a presto.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Vincenzo,sempre graditi gli auguri..E le vacanze servono proprio per staccare la spina.
Ciao.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Maurizio,auguri accettati. Un cordiale saluto.

wolfghost ha detto...

Bé, complimenti davvero! :-) Indubbiamente NON mi rivedo nel tuo profilo! :-D Ma non sono migliore io o sei migliore te, siamo solo diversi. Diciamo che... sicuramente sei potenzialmente più serena e felice. "Potenzialmente", poi ovviamente non posso saperlo.
Mi riferisco in primis alla tua capacità di vedere alla terza fase della tua vita come se fosse ricca allo stesso modo - almeno - delle prime due (che ricche sono state eccome! Parlo di esperienze, naturalmente). Mi ha colpito il passo "a metà di questa tappa di avvicinamento alla meta"... Alla meta? Che bello pensarla così! :-)
Ho circa 10 anni meno di te e, mi verrebbe da dire per le esperienze avute ma sono certo che tu ne abbia avute almeno altrettante, vedo a quanto mi resta... più o meno come una candela che va' a spegnersi... nel migliore dei casi. Il peggiore è che non arrivi nemmeno a fine corsa e un colpo di vento la spenga prima! ;-)
Comunque la mia aspettativa di vita - sempre nel migliore dei casi - è certamente inferiore: non ricordo un "maschio" di casa andato oltre i 76... sicché...
Ecco perché mi affascina leggere di persone che guardano con ottimismo e speranza gli "ultimi" (tra virgolette perché quanto poi siano "ultimi" non è dato saperlo) anni della propria vita. Come minimo, ve la godete molto meglio ;-)
Credo comunque che non sia una scelta... piuttosto una propensione. Se appresa, magari dai genitori o da altre influenze, o innata, questo non lo so.
Il secondo aspetto è il legame con la famiglia di origine. Il tuo è enorme, così come era quello di mio papà, amava le grandi tavolate, le visite ai parenti... Il mio è estremamente più labile, al punto che sono quasi sempre gli altri che provano a contattarmi. Mia mamma era così :-) Ricordo che negli ultimi anni della sua vita, dovendo decidere cosa fare della casa dei suoi genitori, che, sfortunatamente, era ormai diroccata e parecchio distante, le chiesi se voleva che provassi a contattare il fratello. Sai cosa mi rispose? "Ma figurati! Era più vecchio di me, ormai sarà morto!" ;-)
Di nuovo, credo che il senso della famiglia sia più un bene che un male, anzi in generale sono certo che sia così, ma naturalmente il contesto fa' davvero tanto...

www.wolfghost.com

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Wolf,rispondo in ritardo,sono in giro ed ho problemi di collegamento.Ho letto con attenzione ed interesse il tuo commento,che arricchisce e completa quanto da me scritto.Il profilo è ovviamente diverso,perchè diverse sono le storie di ognuno di noi.Il mio percorso di vita ha avuto alti e bassi,ma ho sempre creduto che c'erano delle potenzialità e ne ho fato tesoro;storia di famiglia,ho avuto in mio padre un modello di serenità e ottimismo,e non era davvero facile e scontato,e da mia madre ho ereditato la tenacia e la caparbietà.E quando parlo della tersa tappa,certo che non ho certezze e non ho le stesse prospettive di prima,ma lascio che sia il tempo a fermarmi ,magari nel corso di un nuovo progetto.Siamo longevi in famiglia,anche se non è una garanzia in assoluto, e pensare ad una candela che va spegnendosi,come tu dici,mi porterebbe ad un annichilimento.Quanto ai legami familiari,per me sono importanti e imprescindibili,anche perchè per i casi della
vita,sono lontana geograficamente da tutti,compresi i figli. Sentirmi parte di un nucleo,mi
dà sicurezza.Mi è piaciuto quello che hai raccontato di tua madre,è già un programma sulla sua idea dei rapporti familiari.
Tanto per dire,ora sono con mia sorella in Calabria,nostra terra di origine:ogni anno lei arriva da Milano,io dalla Sicilia e continuiamo a raccontarci,a ricordare,fare progetti per l'anno che verrà,senza l'assillo del tempo,che ormai consideriamo un dono,senza fretta,e settembre è un mese da favola,al mare.I suoi prossimi saranno ottanta,i miei lo sai già.
Grazie Wolfghost.

wolfghost ha detto...

Chiaro :-) Infatti i miei modelli genitoriali sono stati parecchio diversi, soprattutto quello di mio padre che, comunque, non dimentico aver dato tutto o quasi per la propria famiglia.
E sono ancora più convinto di quanto ti ho scritto: non c'è un modo migliore o peggiore, ma... certamente il tuo "dona" di più ;-) Purtroppo (per me) non è una scelta, ma un modo di essere (e ci ricolleghiamo con quanto scritto sopra ;-)).
Grazie a te per l'interessante scambio :-)

Teresa Larizza ha detto...

Da un pò non venivo nel tuo sito, anzi in quello di nessuno, ma stasera, era un pò che ci pensavo sono stata davvero contenta di tutto quello che hai scritto, anzi di qualche
ricordo mi sono commossa, perchè essendo cugine, molti ricordi tuoi sono anche i miei.
E poi quest'anno abbiamo avuto occasione di requentarci un tantino di più, dopo tanti anni di lontananza. E' vero, ci piace tanto ricordare i bei tempi passati, raccontando dei nonni, degli zii, dei genitori, che ormai non ci sono più.
Ri, sei piena di idee, di iniziative, sei tanto giovane di spirito e di entusiasmo,
ti ammiro per questo. Un bacione a Cristina, la mia coetanea, amatissima da sempre.
Teresa

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Wolf,anche a me fa piacere questo scambio di idee e punti di vista,penso sia un arricchimento,contro l'arroccamento su posizioni da non discutere.Grazie anche a te.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Riccardo,non posso che scusarmi per non aver risposto al tuo commento,anche se ero sicura di averlo fatto,forse uno scherzo ella memoria o della rete,non so.Io davvero,nonostante sappia che tutto ha un inizio ed una fine,cerco di vivere tante vite,qualcuna durerà un po di più?
Di sicuro i miei progetti vanno oltre il tempo che mi sarà concesso.Intanto mmi sto concedendo una bella e lunga quasi-vacanza,perchè davvero il tempo mi sembra un dono. Salutissimi,

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Che bello,Teresa,incontrarti in questo mio spazio.Troppi bei ricordi abbiamo in comune e
ogni nostro incontro davvero ci riporta indietro nel tempo.Penso che siamo fortunate ad aver mantenuto nel tempo,amicizia e stima reciproche,cementate dal buon esempio e dal ricordo dei nostri genitori e parenti.Cristina,che sta dividendo con me,questi giorni di vacanza,sopportandomi spesso,da brava sorella maggiore,ricambia i tuoi saluti ed il tuo affetto.Grazie per tutto.

Graziana ha detto...

... Mi commuovi e mi affascini ... Auguri ... Per ogni non compleanno!

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Ti ringrazio per questo commento,e credo,rileggendomi,di aver fatto un racconto sincero e veritiero di questi miei anni.Rifarei tutto ,forse dedicherei un po di tempo ai viaggi,che oggi mi mancano,per tanti motivi.Un abbraccio,Graziana e spero di riprendere presto a raccontare qualcosa di me e di altro.Ciao