Post in evidenza

mercoledì 17 giugno 2020

LE SORPRESE DELLA QUARANTENA

In questi mesi di quarantena,girando, ho trovato per caso la pagina della Libreria Ave,di Reggio Calabria.Lo so,ora sono in Sicilia ,provincia di Catania,non mancano le belle e fornite librerie,molte delle quali convertite ed adeguate alle nuove esigenze,con attività diversificate e parallele al libro.
Ma leggendo di questa pagina ho fatto un tuffo nel passato..Non sapevo esistesse ancora,ne ho avuto conferma leggendo la sua piccola ed importante storia.Io la frequentavo nei primi anni 50,gli anni delle superiori.
                                     Questa la mia scuola:stituto Tecnico  "R.Piria"Reggio Calabria


Lascio degli indizi che faranno ricostruire la mia età,non importa,fino a quando posso raccontarla,mi va bene!
Non avevo mai visto prima una libreria,arrivavo da un piccolo paese dove c'era ,e per fortuna,solo un'edicola.
Era vicina alla scuola,ci passavo per qualche testo scolastico,ma c'era tutto un mondo di altri libri,un mare dove avrei voluto naufragare,a rischio di essere sommersa,ma da onde di parole.
Soldi per acquisti estra,diciamo voluttuari, non ne avevo.Ci passavo ogni mattina,avanzava tempo fra l'arrivo del treno e l'entrara a scuola.
Ormai il titolare non mi chiedeva più nemmeno di cosa avessi bisogno,conosceva già la mia risposta ed anche il mio imbarazzo:guardavo.Poi uscendo prendevo qualche catalogo,quello era gratis.
E per qualche giorno avevo da leggere.Leggevo il nome degli autori,i titoli dei loro libri,il contenuto lo potevo solo immaginare..
Facendo la cresta sul panino racimolavo qualcosa durante la settimana ed ogni tanto mi potevo perrmettere qualche lusso.Le prime edizioni economiche che ricordi erano i BUR della Rizzoli:70 lire,o 140 se doppi.Ho una decina di questi volumetti,li ho tutti foderati in rosso, col nome stampato sopra .Hanno resistito agli anni,ai mille traslochi,a qualche scossa tellutica,ed hanno un posto speciale ,nella mia libreria,ma anche nel mio cuore.
La Libreria sopra citata,ha dei video interessanti con la lettura di brani di autori vari,piccole presentazioni,fatte spesso dagli autori o anche dai clienti.Ci passo spesso ad ascoltare.
ho anche inviato un messaggio ai nuovi titolari,persone molto attive ed attente,con la promessa che alla prossima occasione ,trovandomi dall'altra parte dello stretto,passerò a salutare..
Di solito sono i libri che ci raccontano le storie,ma per me è vero anche il  contrario,su molti miei libri ho belle storie da raccontare.per adessoparto da qui,la mia minibiblioteca che mi segue da un'infinità di anni..

7 commenti:

Tomaso ha detto...

Cara Chicchina, vedrai che piano piano credo che tutto ritornerà come prima.
Penso che qualcuno vedrà sempre una umbra del passato, piano piano si abituerà.
Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso 

MikiMoz ha detto...

Behm hai già raccontato un storia fantastica, un passato bellissimo e d'altri tempi (anche se recenti).
Ogni libro ha mille storie personali.

Moz-

Andrea ha detto...

Bello leggerti Chicchina e bello saperti lettrice. Anche da me non ci sta una biblioteca siamo in 19 ma a 12km nel paese vicino ci sta e faccio lì la scorta nei mesi invernali quando la neve e il tempaccio mi chiudono in casa. Mi spiace solo che per molto non ho potuto parlare con nessuno delle mie emozioni, ma adesso grazie a questo web si con amici e amiche che condividono gli stessi titoli.

chicchina ha detto...

Grazie Tomaso.fra un ricordo e qualche passegiata all'aria aperta supereremo anche questo.Riguardati pure tu:cerchiamo di stare attenti!

chicchina ha detto...

Vero Moz,ogni libro una storia,anche se adesso è facile per chi vuole leggere.NMi sono rifatta alla grande e non rimpiango niente,anche le ristrettezze hanno aiutato a crescere.Grazie Miki.

chicchina ha detto...

E' il bello della rete,Andrea,quando sappiamo usarla bene.Io faccio parte di tanti gruppi dove parliamo di libri e il giudizio degli altri a volte serve per indirizzare le nostre scelte.Ma a me serve solo tempo,tanto,ho una discreta riserva di libri da leggere ancora.Che letture prefrisci,Andrea?Mi piacerebbe parlare con te anche di questo.

Mirtillo14 ha detto...

Cara Chicchi, ho letto con piacere questi tuoi ricordi, che suscitano tanta tenerezza e nostalgia del passato. Anche a me piace leggere ed entrare nelle librerie, anche solo per il piacere di curiosare tra o libri. Poi qualche cosa compro sempre. Cari saluti. Buona settimana.