martedì 16 marzo 2010

1910- 2010 :cento anni e non sempre mimose

Ricordi......
La vigilia era una ricerca affannosa ed avventurosa per procurarci i gialli e profumatissimi rami di mimosa,la chiedavamo dove era possibile,qualche volta la rubavamo.
Poi lavoravamo tutta la sera e parte della notte per preparare i piccoli simbolici mazzetti,legati con del nastro o del filo giallo da ricamo.
Raccoglievamo in piccoli canestri e cestini la nostra mimosa,l'emozione non ci faceva dormire,e già alle cinque del mattino dovevamo essere in stazione,come tutti i giorni per raggiungere in treno la città ,sede dei rispettivi istituti scolastici.
Noi pendolari arrivavamo in anticipo,e per l'occasione approfittavamo per distribuire,all'ingresso,i nostri profumati omaggi alle compagne di scuola,alle professoresse,alle bidelle.
Tutte eravamo orgogliose di esibire il nostro mazzetto di batuffoli gialli,era una festa di colori allegria,vivacità,che coinvolgeva anche i professori:per un giorno non c'erano punizioni,rimproveri,note sui registri ed i nostri compagni erano particolarmente gentili nei nostri confronti.
Poi gli anni corrono e mi sono ancora ritrovata a distribuire le mimose davanti ai posti di lavoro,per ringraziare altre donne che riuscivano ad essere,non senza fatica, mamme,mogli , lavoratrici, e comunque donne.

100 anni -1910-2010:
parliamo ancora di mimose parliamo ancora di diritti da conquistare,di pregiudizi da superare,di disparità,di disuguaglianze,perchè per un diritto conquistato in una parte del mondo
in altri paesi,in altre situazioni,bisogna quasi partire da zero.
Sono in controtendenza ma oggi non vorrei regalare mimose.
Piuttosto vorrei poter compilare un piccolo vademecum con delle regole semplici , da regalare agli uomini,nostri compagni di strada,figli mariti fratelli colleghi capouffici,governanti.
Mi rivolgo così alle amiche di blog,che saluto con simpatia ed affetto,dopo tanto -giustificato-silenzio.
Vi voglio bene,mi sono sentita più sola senza di voi,in questo periodo di forzata e necessaria assenza.
Vi invito,se vorrete,a comporre qualche regoletta,qualche consiglio da poter raccogliere per questo vademecum ideale.
Un piccolo gioco,se volete,per provare insieme con ironia,complicità ,che si può ancora fare tanto,e meglio .

13 commenti:

Francy274 ha detto...

Ciao Chicchina,
bel post davvero, dopo 8 giorni esatti un post sulle mimose.. bell'idea.
In questo momento non mi viene nessuna regola da suggerire, ci penserò.
Ciao
Francesca

Lina-solopoesie ha detto...

Chicchina
Finalmenteeeeee
ora si che si legge quello che hai scritto , prima sembrava una lingua cinese era incomprensibile..
Brava.
Ora vado da mia figlia poi al rientro vengo con calma a leggere quello che hai scritto.
UN GRANDE ABBRACCIO
LINA

DIANA B ha detto...

Chicchinaaaaaa finalmente riesco a leggerti!!! BENTORNATA!!!!
Dici che ti siamo mancati, immagina quanto sei mancata a noi e non sai quanto io sono felice che sei qua.
Mi auguro che ora tutto si sia aggiustato e che non te ne andrai più!!!!
L'8 marzo è passato da un po', ma è sempre bello sentire le esperienze degli anni passati, quando ci preparavamo a questo giorno non certamente per andare a vedere gli spogliarelli degli uomini!!!
A Castagnetola abbiamo festeggiato come tutti gli anni ed è bello sentirci unite per dire con forza che vogliamo contare, perchè la strada che dovremo percorrere per l'emancipazione è ancora in salita...e che salita!!!
Ciao carissima, un abbraccio stretto
Bruna

Max ha detto...

Ciao Chicchina che piacre poterti leggere, come stai?

chicchina ha detto...

Francy,per le regole c'è tempo.
Intanto chiederemo che non usino le donne come carte prepagate da distribuire il omaggio o in cambio..
Avevo postato per tempo ma dev'essere successo qualche pasticcio.
Un abbracco e la promessa di passare da te,ora che sto riprendendo a scrivere.
Ciao.

chicchina ha detto...

Lina,ho rifatto tutto perchè qualcosa non andava,anche se da me era tutto normale.Ciao e grazie.

chicchina ha detto...

Diana,niente geroglifici questa volta,ho reimpostato tutto,non so cosa fosse capitato,prima.
Spero di rimettermi in rete,ho risistemato qualcosa,compreso lo scanner,ma devo recuperare tanto materiale.Pian piano.
La nostra generazione,cara Bruna,ha vissuto le cose in modo diverso,anche se non mancano donne combattive e con le idee molto chiare,pure adesso.
Un abbraccio .

chicchina ha detto...

Max,tanto che non ci sentiamo,problemi di pc e anche qualcos'altro.
Va un po meglio,ora,grazie.
Un caro saluto.

il monticiano ha detto...

Adesso però cara chicchina m 'hai messo in curiosità con la proposta del tuo vademecum compilato solo da voi donne.
Cosa ci riserverete a noi maschietti?

rosy ha detto...

Chicchina, se non andavo da Aldo non sapevo che avevi aggiornata, sono subito corsa da te.
Come son contenta che sei ritornata, che immediatamente ti ho scritto senza neppure leggere il post, cosa che farò domani mattina con calma, perchè me lo voglio godere e poi ti risponderò sul post.
Non scappare più resta tra noi
Bentornata!
Un bacione, con tanto affetto.

rosy ha detto...

Cara Chicchina buongiorno, come promesso, questa mattina son venuta a Leggerti.
Bella l'idea di compilare un piccolo
vademecum.

La Donna, chiede rispetto, sembra che per alcuni uomini sia la cosa la cosa più difficile da mettere in atto.
Ritornerò. Un bacione e buona giornata

chicchina ha detto...

Caro Aldo,un vademecum di buon comportamento e di regole va condiviso, ha bisogno anche del contributo "degli uomini di buona volontà" come si diceva una volta.
Intanto ci pensiamo.
Un saluto sempre particolare per te.

chicchina ha detto...

Rosy mi fai felice quando passi a trovarmi e lo sai.
Il blog è anche un posto dove incontrarci e scambiare due chiacchiere,qualche idea ed un po di simpatia.
Ti abbraccio.