Post in evidenza

domenica 24 febbraio 2013

UNA GIORNATA DI DEMOCRAZIA!

BUON GIORNO E BUON VOTO



Da me è una bella giornata di sole,almeno fino ad ora,quasi un invito ad uscire per andare a votare,senza alibi.
Il voto è un DIRITTO,da non considerare scontato:in molti luoghi e per molte persone non lo è,ancora,e non lo era per noi Italiani fino al 1948.
Personalmente esercito questo mio diritto da quando ne ho avuto l'età,allora 21 anni,ma ogni volta è un'emozione.
Non votare mi darebbe la sensazione di non poter parlare di ciò che riguarda anche la nostra vita di ogni giono,non avendo partecipato alle scelte.

BUON VOTO A TUTTI,ALLORA,QUALUNQUE SIA SCELTA CHE FACCIASMO.

Qualche foto d'epoca


Certificato di iscrizione alle liste elettorali:votano anche le donne!



18 aprile 1948-un seggio elettorale a Milano



L'intervento attivo e martellante di Papa Pio XII nella campagna elettorale del 1948
fu decisivo per convincere gli indecisi di fede cattolica-



Palmiro Togliatti durante un comizio elettorale.




10 commenti:

Costantino ha detto...

Anch'io ho cominciato a votare a 21
anni.
Qui in provincia di Novara cade imperterrita la neve, ma comunque, fino in paese a votare ci andrò di sicuro.

Angelo azzurro ha detto...

Fatto, un'oretta fa. E con il più bel sorriso in volto
Ciao!

Tomaso ha detto...

Ricordo chiaramente quei tempi cara
Chicchina, avevo 18 anni...
Oggi dico a tutti andate a votare, è un diritto e dovere... Il vostro voto vale quanto quello degli onorevoli, non dimenticatelo!!!
Tomaso

il monticiano ha detto...

Torno adesso dal seggio elettorale accompagnato da mio figlio.
Ho VOTATO e con gran piacere.
Dal 1953 che voto.
Un caro saluto,
aldo.

Nicolanondoc ha detto...

Grazie, ho già votato Rivoluzione Civile :-)
Un abbraccio + 1 :-) N.& R.

Teresa Larizza ha detto...

ciao.

DIANA. BRUNA ha detto...

Nonostante la neve, nonostante la tosse, per nessuna ragione al mondo avrei voluto mancare al mio dovere e ogni volta che entro nella cabina sento la stessa emozione che sentitii la prima volta che votai...avevo poco più di 21 anni.
Il voto é una conquista e il non usufruire di quest'arma che abbiamo, sarebbe come fare un affronto a chi si é battuto per conquistare questo diritto ed inoltre sarebbe come delegare ad altri il nostro destino e quello dei nostri figli e nipoti.
Ciao Chicchina, c'é chi ha timore a dire per chi vota, io no e con orgoglio dico che ho votato per il centro sinistra perché più di altri sento che questo partito rappresenta quelle che sono le mie speranze, anche se il periodo che stiamo attraversando non è dei più rassicuranti.
Speriamo in bene
Un abbraccio
Bruna

riri ha detto...

Cara, mi ritrovo in quello che affermi, ho sempre votato, la mia voce si aggiunge alle altre per vivere in democrazia, anche se ormai questa parola è pura utopia!
Ti abbraccio amareggiata, i risultati rendono ancora una volta questo Paese ingovernabile.

nina ha detto...

Ciao Chicchina, la vedo come una cosa irrinunciabile anch'io: è un'arma potente il voto e l'esito di questa elezione lo dimostra. Il parlamento è stravolto dopo questa tornata e i vecchi schemi pare che non funzionino più tanto bene.
Non so dire se è un bene o un male questa situazione nuova, io ho votato a sinistra, ma è evidente che ora di gioca una partita importante: o cambiamento vero o ricominciamo tutto da capo, e con che esiti si vedrà...
Un abbraccio

chicchina ha detto...

§- Costantino,non sarà la neve a fermarci,ma ora vediamo come va a finire:Cisono incertezze e problemi non facili.
§-Angelo Azzurro,noi abbiamo messo la buona volontà ed il piacere di esprimere le nostre idee,adesso aspettiamo.grazie per il tuo commento.
§-Tomaso,è un dovere e un piacere,ma non abbiamo molte certezze sull'esito, che speravo diverso.
Ciao

§-Aldo,ci mettiamo anche entusiasmo,e questa volta ci credevo ancora di più,ma l'esito è ancora incerto,per come sono andate le cose.

§- Nicola,io ho votato PD,quello che conta è avere una idea e crederci.Ricambio abbraccio per te e gli altri..isolani.Ciao

§-Ciao Teresa,poi passo da te..

§-Bruna,a noi la neve o il vento non ci fermano certo.Ma da qualche parte è mancato un po di coraggio in più che ha dato spazio a venditori di fumo e a proteste spesso non razionali.Ora aspettiamo...
Un abbraccio.

§-Nina,il cambiamento porta sempre scompiglio ed è salutare.Ma ora si devono fare i conti con una realtà ancora ingessata da schemi che non si sono voluti o potuti cambiare per tempo.Per completare il cambiamento , o almeno iniziare,ci vuole anche il contributo di chi più di altri ci ha creduto.Ricominciare da capo,senza aver fatto almeno poche cose necessarie non credo servirebbe.Ma io ,lo sai,seguo molto l'istinto anche nel voto,e i miei ragionamenti non sono certo di alta politica.Un abbraccio e a sentirci.