sabato 5 settembre 2009

ANCORA DI LIBRI E DI AMICIZIA

Le ferie,appena finite,mi sono servite anche per riannodare vecchi rapporti principalmente con amici e parenti:siamo cresciuti insieme,stessi sogni stessi problemi,poi la vita ci ha portati a scelte e destinazioni diverse.
Teresa mi ha regalato una raccolta di episodi di vita vissuta,nella prima fanciullezza ed è stato come rifare insieme vecchie strade,risentire voci,risate, rimproveri raccomandazioni, ricordare persone fatti storie che credevo dimenticate,ma erano solo accantonate,negli angoli della memoria.
Di Nina ho letto invece delle poesie,alcune anche in dialetto, ora ironiche ora struggenti di nostalgia ora cadenzate come in attesa che un poeta-musicista le animasse di note. .
Pensando a cosa ci può essere dietro un verso,o una frase,mi è venuta spontanea questa poesiola,che le dedico,scusandomi della mia libera e forse arbitraria interpretazione.

LA BALLATA DI NINA
Nina è una giovane di cinquant’anni
Portati ancora con l’allegria
E l’entusiasmo dei suoi vent’anni.

Nina si è scelta una strada in salita
Quando poteva scegliere altro
Ma è la sua scelta,è la sua vita.

Nina è felice,non ha rimpianti.
Se qualche sogno si è frantumato
Strada facendo,ne scopre tanti.

Nina ora è mamma e nonna felice
Vive l’amore di un solo uomo
Se è lieta o triste lei non lo dice

MA Nina tradisce le sue emozioni
Quando la sera, chiuso il sipario,
scrive i suoi versi,le sue canzoni.

Immagino Nina che scioglie i capelli,
scioglie i grumi che si porta dentro
libera tutti i suoi sogni ribelli.

E versa inchiostro e lacrime pure
Su fogli bianchi, semina parole
E prendono forma le sue creature.

Parole scarne dure di fuoco
Dolci solari brevi violente
Per raccontarsi,quasi per gioco.

Mischia le date,mischia le carte
I luoghi i volti,confonde le menti
Brucia pensieri e fa nascere l’arte.

18 commenti:

rosy ha detto...

Ho ballato insieme a Nina, ogni suo verso, era un passo conosciuto e tanti con lei ne ho imparato.
Una ballata, dolce, e ritmata, che mi hanno regalato nuovo passi e nuovi pensieri.
Brava Nina,che ha saputo sul palcoscenico della vita,danzare con grande entusiasmo.
Ma ogni palcoscenico ha le sue quinte...dove, non raramente si nascdono lacrime e dolori.
Un bacione a Nina.

Un grazie a te chicchina, e complimenti per avere un'amica cosi tanto speciale...conoscendo te è normale...
Ciao amica speciale un bacione.

Lina-solopoesie ha detto...

CHicchina
Che bella poesia !!!
sembra che tu l'abbia scritta per me!! Sono rimasta sbalordita e commossa ...Brava Nina che donna!!!
TI AUGURO UNA NOTTE SERENA E UNA FELICE DOMENICA
LINA

stella ha detto...

Cara chicchina, attraverso i tuoi versi cadenzati, mi pare di conoscere Nina, talmente l'hai descritta in modo approfondito.
Un bacione e buona domenica.

achab ha detto...

ciao buona domenica,bello il tuo blog.

sara ha detto...

E brava la mia Chicchina!
Bella poesia...delicata...romantica...intrisa di affetto e considerazione verso una Donna-Amica in cui mi riconosco.
buona domenica, fammi sapere quando arriva Rocco!

chicchina ha detto...

Ciao Rosy,i versi di Nina hanno toccato le corde del cuore.Il resto è venuto spontaneo.
E' per me davvero speciale,ma di amiche speciali ne ho parecchie,alcune non le conosco,nella realtà,ma non è un impedimento,certi sentimenti vanno al di là,e tu lo sai,Cara amica.
Un bacione e riposati un poco,se puoi.

chicchina ha detto...

Lina,anche tu scrivi bene,scrivi c9ol cuore e questo è importante.Un abbraccio

chicchina ha detto...

Stella,grazie per averti trovata qui,ed anche per i complimenti ,ma il merito è tutto dell'ispiratrice,Nina,appunto.
Ciao,e serena domenica.

chicchina ha detto...

Grazie Achab,bello anche il tuo,ricco di bellissimi versi e buoni sentimenti,un po rari per i tempi.
Felice domenica pure a te,e ciao

chicchina ha detto...

Ciao Sara spero arrivi per lunedì,ti terrò informata.
Quanto ai miei versi,sono il risultato imperfetto di emozioni e sensazioni profonde,suscitate dalla lettura e dalla comprensione di certi momenti ,universali,ma non universalmente percepiti con la stessa intensità.
Un abbraccio ,nell'attesa di risentirci.

Angelo azzurro ha detto...

Ciao Chicchina, passo per ringraziarti della visita al mio spazio e leggo con piacere questi bei versi. Sai scrivere molto bene ed è rilassante scorrere queste righe. Credo che avremo occasione di rileggerci. A presto

nina ha detto...

cara Chicchina
grazie per la tua ballata, sono contenta di averla ispirata. Non scrivo molto e non sono sempre in preda allo "Sturm und Drang" ma mi piace molto giocare con le parole: ogni tanto mi frulla in testa una parola, una frase, e piano piano da lì parte tutto il resto che a volte viene bene, altre volte così così. Quello che ricerco sempre e comunque, scrivendo versi, è l'andare al centro delle cose con verità.
Grazie anche alle tue amiche/amici che in parte già conosco attraverso il tuo blog e con cui sarei felice di intrecciare le mie parole.
Rispetto alle memorie di Teresa, ne sono particolarmente contenta anche perché sono la sua editrice.
per chi volesse saperne di più mi contatti
baci Nina

chicchina ha detto...

Grazie a te,Angelo Azzurro,per essere passata e per le parole che lasci.Di certo ci incontreremo ancora,ed anche per me sarà un piacere.Ciao

chicchina ha detto...

Nina,ringrazio te per avermi ispirata.La poesia,l'arte in genere,credo non la si possa far nascere a tavolino,quando si decide.Dici bene,quindi,ci vuole l'idea,e l'esigenza di non travisare la verità.
Riposterò in chiaro il tuo link,sarà più facile ,volendo,intrecciare parole.Peccato che di parole sul blog in questo periodo ne lasci pochine.Un abbraccio di affetto.

giardigno65 ha detto...

bellissimo finale !

chicchina ha detto...

Ciao,Giardingo,si fa quel che si può...
Un saluto cordiale.

Max ha detto...

Bella...

chicchina ha detto...

Ciao,Max e grazie per essere passato.
Un cordialissimo ciao