Post in evidenza

venerdì 20 aprile 2012

NOTTETEMPO,CASA PER CASA



Il titolo mi fa pensare a qualcosa,come certe notizie,o certe magie che di notte passano di casa in casa,portate da folletti da streghe dal vento.
E' il primo libro di Consolo che ho avuto fra le mani:pensavo, sbagliando, di leggere del sorriso del marinaio,ma quello è un'altra opera.
In effetti anche questo nasce da ricerche quasi casuali che l'autore fa presso il museo della Mandralisca,a Cefalù,dove già aveva studiato il ritratto di Antonello da Messina ,costruendovi attorno il romanzo dal titolo"Il sorriso dell'ignoto marinaio".1976

In "Nottetempo.."Consolo parla dell'arrivo a Cefalù,agli inizi degli anni venti,di Aleister Crowley-(1875-1947)-notizia documentata fra il materiale presente nel museo e direttamente in loco.
Personaggio strano,ed emblematico di una cultura decadente di fine secolo,poeta scrittore e pittore ma meglio noto, come mago, profeta, satanista,per aver creato proprio in Cefalù l'Abazia di Thélème.
Ignoravo l'esistenza di questo personaggio,così ho curiosato in rete e mi sorprendono in particolare i disegni.Definirli inquietanti è poco,secondo i miei parametri,ovviamente.
Diciamo che "La grande bestia dell'Apocalisse" così si autodefinisce Aleister Crowley,serve solo da spunto,apre il romanzo.Poi attorno e sullo sfondo girano altri personaggi,altri fatti e misfatti.
E non importa tanto la trama,il racconto,quanto lo stile,la meticolosa ricerca della parola appropriata,le assonanze dei termini,prosa in versi,uno stile raffinato, colto,che sembra quasi fare a pugni con l'ambiente agreste,terragno,povero,dove i fatti si svolgono.
Così ogni pagina,ogni racconto è un continuo rimando,un invito a cercare oltre,una miniera di notizie accennate e che fanno nascere altre curiosità.
E credo sia anche questo aspetto che ci fa passare da un libro all'altro,nel tentativo continuo di colmare lacune,di sofddisfare il piacere della conoscenza.
Io almeno,vivo così ogni lettura.


Notte tempo,casa per casa-premio strega 1992-

22 commenti:

DIANA. BRUNA ha detto...

Ciaoooooo Chicchina,
buongiorno, come va?
Non conosco questo libro e neppure Consolo, però penso che sia interessante approfondire le sue opere seppure inquietanti...da come tu le fai conoscere....stuzzicanti e che fanno voglia d'andare a sfrugugliare le pagine che mi sa fanno stare col fiato in sospeso.
Carissima, qua il tempo è balordo...un po' bello e dopo dieci minuti si scatena la tempesta che dopo poco lascia il posto ad altro sole....e così via.
Tutto questo....non aiuta...a stare bene.
Un abbraccio, buon fine settimana.
Bacione
Bruna

Blogaventura ha detto...

Credo anch'io che nello scrivere sia necessario fare della ricerca... è vero, ci vuole dell'istinto ma, alla fine occorre sempre trovare la parola giusta, il sentimento, la suggestione che sappia catturare l'attenzione del lettore. Un caro saluto, Fabio

riri ha detto...

Deve essere un bel libro, poi la recensione è magnifica! Baci e buon fine settimana:-)

Nicolanondoc ha detto...

Ciao Chicchina, ti auguro un buon fine settimana. Ti confesso che leggo pochi libri, ma tanti quotidiani, cmq. deve essere interessante. Un abbraccio.

chicchina ha detto...

Bruna,il tempo fa i capricci,ma noi iamo toste!!
Con i libri almeno io parto sempre per caso,perchè non mi fido mai,
qualche volta sbagliando,della grancassa pubblicitaria.Spesso ho delle belle sorprese,ed allora mi piace andare oltre.Consolo è morto qualche mese fa,ma ha scritto veramente parecchio,e poi è siciliano!
Ciao e buona domenica.A presto.

chicchina ha detto...

Ciao Fabio,devi conoscere bene l'arte dello scrivere,e presto dovrò verificare di persona,curiosa com sono.
Grazie per il commento e ti auguro una buona domenica.

chicchina ha detto...

Grazie Riri,mi hai eletta recensitrice ufficiale!!!
L'ho trovato interessante più per le implicazioni che per la storia in se.
Buona e dolce.. domenica anche a te.A presto

chicchina ha detto...

Nicola,vedo che ti piace restare informato.Io in questo periodo deserto quasi in toto,notiziari e discussioni,preferisco una salutare ignoranza dei fatti,o meglio misfatti.
un cordiale saluto.

rosy ha detto...

Deve essere davvero un bel libro.
Ci sono libri che quando li leggi arrivano al cuore e all'anima.

Un bacione a te chicchina e buona domenica.

Sciarada ha detto...

Ciao Chicchina, concordo pienamente con te, io ho lo stesso tuo identico approccio alla lettura e il libro che proponi sembra proprio che permetta di scoprire cose nuove con una spinta verso la ricerca attiva e personale!
Buona domenica a te e ai tuoi cari!

il monticiano ha detto...

Quando Chicchina recensisce un libro c'è da credergli in toto.
Che dici un bambino come me lo può leggere e capire?
Un caro saluto,
aldo.


ps. anche la seconda missione è andata bene, tutti i giorni ci provo.

chicchina ha detto...

Mi è piaciuto molto,è vero Rosy.Dobbiamo gustare ciò che leggiamo.Abbraccio

chicchina ha detto...

Ci ho trovato tutto qusto,Sciarada,e mi è molto piaciuto.
Una buona settimana anche per te.
Ciao

chicchina ha detto...

Aldo ,hai portato a buon fine due missioni quasi impossibili:quindi puoi leggere senza problemi il libro...
Buone letture e..preparati alla prossima,vedrai che ti interesserà.

Costantino ha detto...

Non ho mai letto niente di Consolo,vedrò di rimediare.
Leggere è bello, si lasciano per strada diottrie su diottrie,ma come si fa a rinunciarVi?

Gianna ha detto...

Leggere è vita...

Non conosco quest'autore, mi documenterò.

Grazie dell'ottima recensione del libro.

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ottima recensione!

chicchina ha detto...

Vero ,Costantino,ci rimettiamo un po gli occhi,ma il piacere della lettura ripaga abbondantemente.
Ti auguro una buona settimana.

chicchina ha detto...

Gianna,mi piace condividere le impressioni e le sensazioni che mi da un libro,come altre cose.Anch'io mi lascio coinvolgere,quando si parla di libri.
Ciao

chicchina ha detto...

Ciao Cavaliere, sei generoso..Un caro saluto.

nina ha detto...

ciao Chicchina, i miei complimenti per la capacità che hai - dimostrata dal mio come dagli altri commenti - di far venire voglia di leggere il libro di cui ci racconti. Io ci avevo provato tempo fa, attratta dallo splendido titolo, poi mi ero fermata alle prime pagine. Adesso, dopo ciò che ne hai colto e suggerisci, ci riproverò.
Poi semmai ti dirò la mia.
Un abbraccio
Nina

chicchina ha detto...

Capita tante volte di lasciare alle prime pagine.Spesso ci azzecchiamo,qualche volta bisogna ..insistere,il bello viene dopo.Ma è sempre un giudizio personale,ovvio.
se prosegui,mi farai sapere.Ciao Nina e grazie per il commento.