martedì 9 ottobre 2012

LO DICO CON I FIORI....

Sono assente dal blog da qualche tempo e per adesso non trovo più parole,da scrivere.
Meglio,credo che molte parole ,alla prova dei fatti abbiano cambiato significato,o semplicemente la mia superficialità non mi aveva fatto cogliere il giusto senso.
Ma ci sono,ancora,e per lasciare un saluto,lo faccio con qualche fiore,fresco...quasi di giornata.



semplicemente gigli


quasi un'orchidea


non chiedono che di esistere,anche se per qualche giorno solamente


Ieri non c'era e il nuovo giorno la troverà già..vecchia

22 commenti:

Paola ha detto...

Ciao Chicchina, non immagini come ti capisco... Anch'io non trovo più le parole, o per lo meno non ho più quella fluidità che avevo prima.... C'è fatica, e confusione in me; pensieri che si sovrappongono e impediscono uno scrivere tranquillo.
Sarà il periodo un po' strano che stiamo vivendo, un po' tutti, sarà l'età....mah?!? Chi può dirlo. Ma vedrai passerà. Intanto mi godo questi bei fiori! Ne ho anch'io in giardino, in questo periodo e me ne sono portata un fascio a casa: c'è un profumo meraviglioso nella mia sala. Allora, grazie dei fior!!!! E abbraccio grande

Lara Ferri ha detto...

Ciao Chicchina.
A dire il vero, anche se come te e Paola, le mie parole sono sempre più faticose, avevo proprio voglia di leggerti ancora.
Pero ora sono felice di vedere questi magnifici fiori, realtà e metafora.
Ma scrivi ancora.
Fa tanto bene a chi ti segue!!!
Un caro saluto,
Lara

DIANA. BRUNA ha detto...

Ciao Chicchina,
come ti capisco!!! Alcuni anni fa, prima di entrare nel mondo virtuale, le idee fluivano nella mia mente con facilità (é l'epoca dell'Allegra Compagnia, delle poesie e dei racconti) ed avevo quasi l'impressione che avessi qualcuno che mi suggeriva quello che scrivevo.
Non è più la stessa cosa, sarà l'età, come dici tu, ma non credo che sia solamente quello. Ho cercato di riflettere su questo e sono arrivata alla convinzione che il computer, che puo' regalare molte cose, puo' anche prenderne altre. Pensa che cosa puo' produrre in una mente in crescita come quella dei giovani...penso un "adagiarsi"...
Forse è per questo che io, per non fossilizzarmi, ho cercato d'avere altri interessi come la fotografia e la pittura (pittura si fa per dire)
Con tutto ciò non voglio gettare via il bambino con l'acqua sporca...ma per quanto mi riguarda, il pc mi ha tolto molto perchè scrivo più poco e quando lo faccio non lo faccio più con la facilitàdi un tempo.
Ciao carissima, ora vado a fare il commento a quel tuo bellissimo racconto, un abbraccio
Bruna

Blogaventura ha detto...

E' vero, capitano quei periodi in cui non si trovano le parole e ci si sente, come si suol dire, un po' bloccati... però poi le parole tornano e sono la vita e le esperienze che ci aiutano a ritrovarle... ecco... io credo che ogni tanto si abbia bisogno di fermarsi per osservare il mondo e pensare... poi le parole vengono da sole e, se non vengon le parole, possono esserci anche delle belle immagini come quelle che oggi ci hai proposto. Un salutone, Fabio

riri ha detto...

Cara, spesso succede anche a me, un pò perchè mi sembra quasi inutile, un pò per meno idee, un pò per tante cose che devo fare..però ci sono ogni tanto e gli amici cari come te li ho nel cuore.

rosy ha detto...

Cara Chicchina, persone come te non devono mai stare zitte. Persone come te hanno il dovere di scrivere.
Ogni tuo post è una ricchezza per noi tutti che ti leggiamo.
Sono momenti di stanchezza, ma poi passano, passano.
Ogni volta che ti leggo e non ti leggo una sola volta, minimo tre.
Le tue parole, arrivano al mio cuore e non sai quante volte, mi hanno placata e sopratutto arricchita. Come racconti tu e come usi tu le parole danno a chi ti legge, un qualcosa di meraviglioso, come questo post floreale, che arriva al cuore e si sentono tutti i profumi dei tuoi fiori, assieme alle tue parole.
Senza parlare dei tuoi racconti così pieni di sentimenti e di quel profumo antico.
Aspetto sempre i tuoi post, mi piacciono tanto.

Ora sono arrivata in ritardo ma non per colpa mia il mio. Ieri Lucariello giocando a pallone adesso sta a casa immobile si è slogata una caviglia e tutto gira intorno a lui...

Ti abbraccio forte, con tanto affetto e stima.

nina ha detto...

Scusa il ritardo ma sono stata a casa due giorni e da quel p.c. non posso commentare (non mi compaiono le parole da decifrare).
Intanto ti mando un abbraccio e ti dico che trovare un tuo post è sempre bello e giustamente, se non vengono le parole... diciamolo con i fiori!
La vera cosa che voglio dirti però è questa: una cosa che ammiravo di mio padre è che, quando non aveva niente da dire, stava zitto; senza imbarazzo e senza sentire il bisogno, pur stando in compagnia, di riempire per forza tutti gli spazi vuoti.
Tu me l'hai fatto ricordare.
Un abbraccio

chicchina ha detto...

Paola,pensieri,preoccupazioni e momenti di riflessione non mi lasciano la serenità necessaria per scrivere,anche solo banalità,ma sempre per il piacere di comunicare.Passerà,pian piano ,lo spero davvero e tutto tornerà nella quotidiana normalità.Un abbraccio,e grazie per esserci.

chicchina ha detto...

I fiori,un momento di serenità e la considerazione che ci sono,senza chiedere,spesso senza neanche le nostre cure.
Mi fanno piacere le tue parole,e certo che ci sarò ancora..
Sto cercando di arrancare per risalire la china.
Un abbraccio e ancora grazie.Ciao

chicchina ha detto...

Cara Bruna,forse ogni tanto una piccola sosta si rende necessaria.Rivedere e riorganizzate tempi,riflessioni e sentimenti,un po come la messa a punto dei motori che altrimenti si inceppano.
Anche tu sai che abbiamo ricominciato tante volte e l'entusiasmo aiuta,nella condivisione anche di una smplice foto.
Ti abbraccio ed a presto.

chicchina ha detto...

Grazie Riri,le cose difficili spesso mi trovano impreparata,nonostante tutto.Ma sono fiduciosa di uscirne,anche questa volta..Un abbraccio.

chicchina ha detto...

Fabio,parole di saggezza e di affetto,così percepisco le tue.
E se le parole tarderanno a venire cercherò di suplire con le immagini,promesso.
Un abbraccio affettuosissimo

chicchina ha detto...

Rosy,mi confondi,troppo belle le tue parole,ma non so se tutte meritata.
Ci conosciamo da tanto e possiamo dirci tante cose,serenamente.
Spero di risolvere e rimuovere le cause di questa temporanea..crisi,e poi tornerò a scriver5e e chiacchierare,perchè mi trovo bene fra tanti amici che hanno la pazienza di leggermi e seguirmi.Un abbraccio e a presto.

UIFPW08 ha detto...

Questi fiori sono l'espressone dell bellezza GRANDE Chicchina.
Un abbraccio
Maurizio

gturs ha detto...

I fiori parlano la lingua dell'amore. Chi a volte non si sente satanco delle parole, è normale ma basta un fiore o una parta di esso per esprimere sensazioni bellissime. Parole o fiori l'importante e che ci comunichi emozioni.
Ciao, Roberta.

il monticiano ha detto...

Meglio di così come si può?
Visti quei bei fiori mi viene voglia di cantarti la canzone " Grazie dei fior..." non so se la conosci, essi sono ugualmente graditi.
Quanto alle parole diciamo così "mal comune mezzo gaudio" nel senso che il tuo post vale anhe per me.
Un caro saluto,
aldo.

chicchina ha detto...

Nina,la saggezza dei nostri padri era di certo superiore alla nostra (mia) necessità di parlare o scrivere comunque anche in assenza di idee o cose notevoli da comunicare.
E' che una volta che ci sei,in questo strano mondo del web,ti pare di essere indispensabile...
Un cordialissimo abbraccio.

chicchina ha detto...

Maurizio,mi lusinghi....
Ti ringrazio e..buona settimana,che spero ci regali tanti tuoi nuovi scatti.

chicchina ha detto...

Grazie Roberta,mi piace cogliere i colori e la bellezza dei fiori,anche con le mie capacità,modeste.E se riesco a comunicare qualche emozione tramite loro,ne sono lieta.
Ciao e a presto a curiosare da te.

chicchina ha detto...

Aldo,tornerà il tempo delle parole,sono certa,per me ed anche per te:siamo parolai ed è una possibilità,visto che non facciamo conferenze o dibattiti impegnati,comunicare fra di noi,senza pretese.Un abbraccio e a sentirci presto.

riri ha detto...

Un abbraccio da Torino.

riri ha detto...

Ciao cara, un pensiero per te ed un abbraccio, per ora virtuale.