Post in evidenza

domenica 1 gennaio 2017

E SI RICOMINCIA..


Un nuovo anno,un nuovo giorno..però a pensarci è solo la successione di giorni,uno dopo l'altro,come i grani del rosario,così dal tempo dei tempi.Abbiamo creato gabbie di tempo steccati di ricorrenze per poter meglio definire,contare,calcolare,tutto a nostra umana misura.
Calendari,agende,agendine ,supporti cartacei di un tempo oggi sostituiti da moderni mezzi ,più sofisticati,il tutto per dire:da oggi vita nuova.


Propositi e programmi su un foglio bianco,che resteranno tali,nella stragrande maggioranza dei casi.
Fogli feriti da calligrafie più o meno perfette,da tabelle,da paragrafi.
Altri fogli seguiranno,segnati anch'essi da scritte,numeri indirizzi,cose da fare,molte-Cose fatte-poche.
Sarà così per qualche settimana.Poi i fogli manterranno il loro candore originario,qualche nota qua e la,poi niente.
Fino alla prossima nuova agenda,al prossimo calendario che spesso non giro neanche.I mesi si somigliano tutti,ormai,non scanditi da orari di lavoro,ma solo dal caldo,dalla pioggia dal freddo,dal colore rosso delle foglie in autunno e dai profumi intensi della primavera.
Non ha senso che mi programmi,non hanno senso le agende e i calendari:solo oggetti,più o meno gradevoli,più o meno ingombranti.
Ingombranti come le tante cose,i tanti oggetti ,votati all'inutilità e che occupano spazi vitali.
Forse era questo il significato di eliminare ,con l'ultimo dell'anno,oggetti vecchi e inservibili?
Penso che mi dedicherò a questa sana attività,per i prossimi mesi.
Voglio più spazio,negli armadi,nei cassetti,negli scaffali e ovunque si annidino ,dimenticate, cose inutili,superflue.
Voglio anche più tempo.
Tempo da dedicare a me stessa,tempo per incontrare persone nuove,per stringere mani.
Tempo per camminare sulla sabbia ,per sentire l'erba che cresce,il suo profumo.
Tempo per leggere poesie,libri scritti da amici ,ascoltare la musica.
Probabilmente terrò ancora un'agenda,ed ho già un simpatico calendario,dove trovo tracce dei figli.
Non posso non appenderlo e sfogliarlo...


E voi,avete iniziato a segnare le pagine bianche delle nuove agende con i vostri programmi , progetti,propositi?
Buoni giorni a tutti.





24 commenti:

Paola ha detto...

Buon Anno cara Chicchina e un abbraccio

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Ti auguro un sereno e felice anno nuovo.

Tomaso ha detto...

Cara Chicchina, oggi è il primo giorno di un anno nuovo, io ti auguro che inizi bene e serenamente ti porti quella tranquillità necessaria per tutto l'anno.
Ciao e buona serata cara amica, rinnovo l'augurio di buon anno!!!
Tomaso

strega bugiarda ha detto...

Chicchina carissima, la libertà della quale abbiamo parlato sere fa, e il perseguirla mi impediscono di usare l'agenda per programmare cose da fare.
Userò quella comperata per appunti, ricordi, per fissare pensieri che passato il momento,viene difficile ricordare, e per tenere a mente frasi geniali della nipotina, che spariranno man mano che cresce. E' inoltre mio proposito tenere l'agenda sul comodino, per poter fissare nell'immediato sogni che svaniscono dopo poco il risveglio.Mi auguro che questi propositi non cadano nel nulla man mano che passino i mesi.Ti invidio e vorrei anche io eliminare tante cose, ma nonostante i ragionamenti sulla vacuità delle cose più vado avanti con gli anni e più ogni cosa appartene ad un tempo, ad un ricordo ad un progetto.
Buon 2017

Graziana ha detto...

Cara Chicchina, l'autore del tuo post potevo essere io, tutto calza a pennello. Amante anch'io di agende e calendari che dopo un po' restano bianche. Tuttavia è un rito che ripeto ad inizio di anno scolastico e ad inizio di anno solare. Alla fine diventano raccoglitori tematici di appunti, per i vari progetti extracurricolari che svolgo: cura del sito, invalsi, compilazione di giudizi degli alunni, e poi mi dispiace pure disfarmene.

Ho una moleskine donatami da mio figlio al mio compleanno( fine novembre) di un bell'arancio mattone, ma ho iniziato a farne un uso diverso. Non annoto il da farsi, ma quello che di significativo ritengo di aver fatto. Anche fatti di ordinaria amministrazione. Ho un nuovo bisogno di lasciare traccia del mio agire, quasi a contrastare il vacuo fluire del tempo, ma soprattutto voglio contrastare con ciò l'essere dominata dal lavoro e travolta dallo stress che mi impediscono di svolgere anche quelle piccole incombenze che contribuiscono al mio benessere mentale.

Aggiungo la presenza di un taccuino: lì appunto di tutto, dalle ricette volanti che mi passa l'amica, la cugina, la collega, al pin delle chiamate internazionali che altrimenti, per quanto custodisca la ricevuta, finisco per perderla sistematicamente, salvo a ritrovarla dopo la scadenza; alle password, alle impressioni momentanee.

Una mania che coltivo da ragazzina sono i calendari almanacco. Proverbi, coltivazioni, ricette, tradizioni. Non li consulto giornalmente ma quando trovo tempo per me stessa, magari consulto tutto o più mesi.

Disfarsi delle cose che ingombrano e tolgono lo spazio vitale: è il programma mio. Ho già iniziato prima di Natale!

Ma quanto ho scritto Chicchina? Riordino queste belle riflessioni che mi hai suscitato per un post.

Buon Anno, mia cara!



Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Grazie Paola,auguri ricambiati per te Saverio.Ti abbraccio.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Anche per te,Cavaliere,un anno di serenità.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Ciao Tomaso,gradisco sempre i tuoi auguri che ricambio per te e la tua dole consorte.A presto.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Gingi,hai poco da invidiarmi,i miei propositi di ..pulizia resteranno in parte solo tali.Ma qualcosa dovrò fare!Sono grafomane,ho appunti ovunque,foglietti,fogli,quaderni..anche se con la logica potrei usare un unico notes o altro.Ho temperato le matite,scelto le penne ancora buone,le dissemino dappertutto,che non si dica..
Sto sfoltendo la libreria,ma anche qui è difficile decidersi..
A te auguro la serenità delle scelte e del vivere in armonia con te stessa.A presto.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Prezioso il tuo commento,Graziana.Certe abitudini,ma anche modi di sentire,di approcciarsi al quotidiano vivere superano barriere di tempo e di spazio,accomunano persone,anche attraverso la rete,ed è bello il confronto,la condivisione.La tua vita,più attiva della mia,la scuola e la passione che ci metti,da come si intuisce dai tuoi scritti,rendono necessari appunti,annotazioni,ma almeno tu hai un ordine.Io uso ancora foglietti volanti,in parte mi salva il PC,ma l'abitudine al disordine rimane.Per ora ho goduto della presenza dei figli,almeno per le feste,ed ho rimandato progetti e propositi a breve,quando saranno partiti ed avrò tempo per mettere ordine ..mentale,creare un po di spazio,alleggerire.
Ho regalato di recente una raccolta di almanacchi,conservo calendari di fotografia e poco altro,oltre alle agende ed agendine varie:anche se ci scrivo poco,c'è sempre qualche ricordo che mi lega ai loro anni.Mi è sembrato di fare una bella chiacchierata con un'amica e ti ringrazio ancora.Avremo occasione di leggerci,mentre rinnovo anche a te l'augurio di un anno ricco di gradevoli appunti e annotazioni.Buon tutto.

andreapac ha detto...

Chicchina in primis Buon 2017 e veniamo alle agende.
Premetto che ne ho sempre avuta uno dopo il diario di scuola. Dicevo tra me, quando sarò vecchio andrò a rileggere gli impegni, le cose da non dimenticare..di tempo fa.Tempo fa ho fatto il dono di esse al cassonetto della differenziata. Oggi uso appunti del mio cellulare e outlok del computer che mi avvisa vocalmente quando sono in arrivo le scadenze. Aiuta l'appunto a tenere in mente meno cose e così lasciare spazio ad altre e spremersi meno le cervelle per ricordare. Bello il tema proposto.

Graziana ha detto...

Grazie Chicchina, per il tuo bell'augurio. Ma non sono ordinata per niente, mi ci costringo per ciò che incombe, ma quante cose mi sfugguno... Se ne accorgono pure i miei piccoli alunni di seconda.
- Bambini, avete visto, per caso, il portachiavi con Bart Simpson?
- Maestra, ma non è possibile ... Perdi tutto ... :-)
Come dargli torto?
La passione quella c'è, è vero, ma nasce dal mio agire entusiasta ed emotivo. Non posso progettare che a grandi linee. La microprrogettazione di una mattinata sarebbe rovinosamente disattesa da una piega tutta diversa presa dalla mia lezione che nasce sempre dall'interazione con gli alunni stessi. I miei appunti sono del tutto informali.
Prossima anch'io alla pensione, a Dio piacendo, sto già cominciando a regalare guide, libri, raccolte, un po' a malincuore, ma lo spazio vitale reclama.
L'esperienza più gratificante degli ultimi lustri è proprio l'interazione in rete, nel lavoro come nel privato. Non hanno nulla di virtuale questi incontro. Io li trovo più che reali, dietro lo schermo ci sono persone tangibili, assolutamente percettibili, oltre la sensorialità. Serena notte e ancora Buona Vita!

Nella Crosiglia ha detto...

Tesoro mio non uso agende perchè non faccio programmi .. spesso sono gli altri che mi ordinano di farli purtroppo..
Ho molti calendari perchè non mi ricordo nulla pur avendo tutto nella mia testa, ma devo controllare trenta volte...
Propositi nessuno, anche perchè sarà un anno uguale a questo , qualche sfumatura in meno o in più ma credo mi cambierà pochissimo!
Bacio della buona notte mia dolce amica!!!!

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Buon anno anche a te Andrea.Certo che tu sei molto più... tecnologico.Io non so fare a meno del cartaceo,anche se per molte cose uso il portatile.Prima o poi mi deciderò anch'io a fare un po di ordine e di spazio.Ho iniziato con gli oggetti meno legati ai ricordi...Grazie per la tua presenza e buon proseguimento nel nuovo anno.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Ti immagino insegnante attenta e ricca di idee,fortunati i tuoi alunni.Le prime buone esperienze per gli alunni credo siano basilari per proseguire negli anni.
Sono stata molto vicina alle scuole elementari e medie,agli insegnanti, al loro lavoro,mi coinvolgevano ma spesso diventava uno scambio:per il mio lavoro era un arricchimento,che trasferivo,quasi inconsapevolmente.Ho smesso prima che internet entrasse nelle scuole,almeno in modo massiccio,ma penso che abbia aiutato molto,almeno chi si è voluto e saputo accostare con mente aperta.
La penso come te sul termine virtuale,ne discuto spesso.Se ci si approccia alla rete con sincerità,e senza la maschera dell'anonimato,si creano rapporti di stima simpatia ed amicizia veri.Con alcuni amiche ed amici ci seguiamo dal primo blog,10 anni fa,ci sentiamo comunichiamo ,con alcune ci conosciamo anche di persona.Sono stata prolissa ma gli argomenti erano interessanti anche per me.Un cordialissimo 'a presto'.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Nella,nel tuo lavoro immagino che i programmi ed i progetti siano da valutare e studiare in equipe. Per il resto,i giorni sono da prendere per come arrivano,e gli anni non sono che un susseguirsi di questi giorni.Ti auguro di viverli al meglio,tutti,secondo i tuoi desideri.Fai un lavoro interessante che ti fa correre,ma credo ti dia anche delle piacevoli gratificazioni.Ti abbraccio e ricambio bacio buona notte.Ciao

wolfghost ha detto...

Io ero stra-convinto di averti scritto anche qua :-) Mi ricordo perfino cosa ti avevo scritto. Boh... :-)
www.wolfghost.com

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Wolf ,ho cercato ma non ho trovato altro.Sai quanto mi fa piacere avere i tuoi commenti.
Ti auguro un anno di serenità e di grandi progetti da realizzare.

wolfghost ha detto...

Pazienza, capita... anche alle migliori piattaforme! :-)
Comunque ho riletto nuovamente il tuo post, e credo che in linea generale quanto dici sia vero, ma non perché le agende siano inutili, piuttosto come dimostrazione... della nostra incostanza! :-D
Peccato, perché per me abbiamo perso una abitudine che era costruttiva, non tanto per poi rileggere, quanto perché mettere nero su bianco serve come esercizio di consapevolezza. E Dio solo sa se oggi ce ne sarebbe bisogno! ;-)

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Concordo,non sono le agende inutili,è la nostra,la mia incostanza a renderle tali.Fissare nero su bianco è un momento di riflessione,un metterci a tu per tu con noi stessi,per un minimo di programmazione,di consapevolezza come dici tu.Forse l'ho detto da qualche parte,mi piace il foglio bianco,mi pace scrivere,annotare,o almeno mi piaceva di più prima.Ho conservato appunti su quaderni,foglietti sparsi,annotazioni su tutto,scuola amici riflessioni.Non li ho mai eliminati,ed ho sempre la speranza di raccoglierli,trasferirli magari sul pc. Ma sarebbe quasi ridicolo,non avrebbe molto senso.Sono belli così,a matita,colorati scarabocchiati,ed ognuno con un ricordo,un momento,una circostanza..Ti ringrazio perchè ogni tuo commento mi fa riflettere.

riccardo ha detto...

Il tempo passa e noi cerchiamo sempre di trattenerlo con le nostre agendine, cartacee o digitali che siano. Probabilmente, siamo degli illusi.
Oppure no?
Chissà.
Io penso che faccia parte della nostra natura cercare di "bloccare" il tempo, tentare cioè di obbligare i giorni a seguire il nostro ritmo, i nostri progetti, desideri ecc. ecc.
Ma forse, tutto questo ci aiuta a sentirci ancora vivi: il che, molte volte non è facile. la malinconia e l'ansia per il binomio futuro/lavoro la fanno da padrone... anche un po' troppo, per i miei gusti!
Salutone
Riccardo

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Riccardo,avere la supremazia sul tempo,o illuderci di poterlo piegare alle nostre necessità di vita,credo sia un sogno antico.Riuscirci,è un altro problema.Pensare al futuro in questo periodo,un gioco a dadi,dall'esito quanto mai aleatorio.Ma continuiamo a tentare,magari con un'agenda cartacea,scrivendo possiamo riflettere e al limite aggiornare.Certi tuoi concetti li avevo anche messi in versi.Se ti va,su Scrivoescambio.blogspot.it-19/2/2016Ciao

Costantino ha detto...

Mi accorgo di anno in anno che le pagine di quanto mi propongo rimangono numerose, quelle di ciò che riesco a realizzare decisamente meno ...
Buona serata adesso che qui in Piemonte le giornate sono un po' meno fredde e un po' più lunghe.

Chicchina Acquadifuoco ha detto...

Leggo in ritardo il commento,scusa Costantino.Continuiamo a fare progetti e dettarci buoni propositi,poi...realizziamo quello che è possibile,ma sempre meglio avere tanti sogni e tanti buoni propositi.Ciao.Qui piove ancora.